Sostenibilità

Il paradigma della sostenibilità richiede un nuovo approccio all'educazione, che sappia stimolare il cambiamento, proporre nuovi saperi e accompagnare la conversione culturale, economica e sociale del territorio verso un modello sostenibile. L’educazione diviene così un “vettore di sostenibilità”, che implica la costruzione di nuovi presupposti progettuali, un approccio multidisciplinare, la partecipazione attiva di studenti e cittadini e la costruzione di saperi e competenze capaci di accompagnare il cambiamento verso la sostenibilità.

Il principio guida della sostenibilità è lo sviluppo sostenibile, che riguarda, in maniera interconnessa, l'ambito ambientale, quello economico e quello sociale.

La legge istitutiva dell’SNPA prevede tra le funzioni del sistema agenziale: “collaborazione con istituzioni scolastiche e universitarie per la predisposizione e per l'attuazione di programmi di divulgazione e di educazione ambientale, nonché di formazione e di aggiornamento del personale di amministrazioni e di enti pubblici operanti nella materia ambientale“. Nell'ambito dei compiti istituzionali l'Agenzia ha predisposto un'ampia e qualificata offerta di iniziative di Educazione alla sostenibilità a livello regionale dedicate alle scuole e ai docenti aderendo al protocollo d'intesa sulla Green Education della Regione Piemonte che propone una rete regionale per affrontare le sfide future dalla Green Education alla Green Economy.

La Commissione europea definisce gli Acquisti Verdi o GPP (Green Public Procurement) come “….l’approccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sull’ambiente lungo l’intero ciclo di vita”. I Criteri Ambientali Minimi - CAM sono lo strumento chiave per l’applicazione del GPP; l’efficacia dei CAM è assicurata dal codice degli appalti che ha reso obbligatoria l’applicazione da parte di tutte le stazioni appaltanti.

Tale obbligo garantisce riduzione degli impatti ambientali, promozione di nuovi modelli di produzione e consumo più sostenibili e circolari, diffusione di nuove tecnologie ambientali e di “occupazione verde”, ma anche razionalizzazione dei consumi della PA, riducendone ove possibile la spesa.

Arpa Piemonte è componente del Comitato di Gestione del PANGPP (Piano di Azione per la sostenibilità dei consumi della PPAA) e dal 2003 è partner tecnico (nonché co-ideatore) del progetto APE (Appalti Pubblici Ecologici) della Città Metropolitana di Torino, rinnovato nel 2021.

Arpa Piemonte ha partecipato e partecipa a progetti europei per la promozione degli appalti verdi come, ad esempio, il progetto SPPRegions (Horizon 2020) per la creazione e l'espansione di reti regionali europee di enti pubblici che lavorano insieme su appalti pubblici sostenibili (SPP) e appalti pubblici di innovazione (PPI), che ha portato alla pubblicazione di 40 esempi di appalti eco-innovativi (buone pratiche europee)

Notizie