Centro funzionale
Notizie

19 ottobre 2018 - Arpa all'International Snow Science Workshop a Innsbruck in Austria
Oltre che un'arricchente momento di conoscenza di nuove ricerche e sviluppi dell...

18 ottobre 2018 - Fine settimana all'insegna del bel tempo. Il video per l’escursionista
L'alta pressione di origine atlantica protegge il nord Italia dalle perturbazion...

15 ottobre 2018 - I laghi del Piemonte. Stamattina a Candia presentati i dati
Nella cornice del Lago di Candia, uno dei sette laghi balneabili del Piemonte, s...

11 ottobre 2018 - Fine settimana con un po' di nuvole. Il video per l’escursionista
Sabato la presenza di un canale di alta pressione sul nord Italia ci garantisce ...

11 ottobre 2018 - Nella notte maltempo in fase di esaurimento su gran parte della regione. Allerta gialla sulle zone appenniniche
E’ in fase di esaurimento l’effetto della vasta e profonda depressione atlantica...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

18/10/2018 E' online il nuovo VIDEO sulla situazione meteorologica per il weekend del 20-21 ottobre 2018 sulle montagne piemontesi


06/07/2018 Realizzato un nuovo servizio di 'richiesta automatica dei dati idro-meteorologici orari'

20/04/2018 E' online l'ultimo video con le indicazioni di carattere generale sulla primavera 2018

15/11/2017 Consultabile il 'Rendiconto nivometrico' della stagione invernale 2016-2017

30/10/2017 Disponibili nuovi OPEN DATA sul clima nella sezione dedicata >


Bacheca
 

2017: anno caldo e secco

L’anno 2017 in Piemonte è stato il 3° più caldo degli ultimi 60 anni, con un’anomalia termica di circa +1.5 °C rispetto alla climatologia del periodo 1971-2000.
Nel 2017 inoltre sono caduti circa 700 mm di precipitazione in Piemonte, con un deficit pluviometrico di 351 mm (pari al 33%) nei confronti della norma 1971-2000, risultando così il 4° anno più secco degli ultimi 60 anni.

Per maggiori dettagli consultare "L'analisi meteo del 2017"

2016: Anno caldo e piovoso

L’anno 2016 in Piemonte è stato il 5° più caldo dell’intera serie storica di misure dal 1958 ad oggi, con un’anomalia di +1.3°C rispetto
alla climatologia del periodo 1971-2000.
Tutti i mesi dell’anno 2016 sono risultati superiori alla norma.
Nel 2016 sono caduti circa 1118 mm di precipitazione in Piemonte, con un surplus pluviometrico di 69 mm (pari al 7%) nei confronti della norma 1971-2000.

Per maggiori dettagli consultare "L'analisi meteo del 2016"

Anomalia climatica del periodo novembre 2015 – 27 gennaio 2016 in Piemonte

I mesi di novembre e dicembre 2015 sono stati caratterizzati da un’anomala persistenza di condizioni anticicloniche sul Piemonte. Anche i primi 20 giorni del mese di gennaio hanno fatto registrare un’anomalia positiva di pressione, anche se di minore entità.

Questa configurazione meteorologica dominante ha determinato un importante deficit di precipitazione e temperature ben al di sopra della media del periodo e una importante anomalia delle precipitazioni nevose.

Per maggiori dettagli

  

 PieRina - La nuova App di ARPA Piemonte sui Rischi Naturali

 

  PieRiNa - Piemonte Rischi Naturali - è la nuova applicazione mobile (App) di ARPA Piemonte. Consente di essere    costantemente aggiornati sullo stato di allerta per la Regione Piemonte (pericoli meteo, rischio idrogeologico, pericolo valanghe, terremoti, qualità dell’aria).

 Per maggiori informazioni

Temperature massime elevate in Piemonte nella prima decade di Novembre 2015

Da circa 5 giorni il Piemonte è interessato da un’area di alta pressione che dalle Isole Canarie si è estesa a buona parte dell’Europa centro-occidentale determinando una significativa anomalia termica positiva sul territorio piemontese.

Per maggiori informazioni

Ventennale dell'alluvione del novembre 1994

In occasione del ventennale dell’evento proponiamo la sintesi idro-meteorologica dell’evento realizzata allora, anche al fine di evidenziare le differenze tra quanto previsto per i prossimi giorni.

Leggi la sintesi

 

La Settimana del Pianeta Terra: Arpa e le Geoscienze

La Settimana del Pianeta Terra dedicata alla promozione delle Geoscienze e delle ricchezze geologiche del nostro territorio è una iniziativa per invitare tutti noi, appassionati di natura o semplici curiosi, ad osservare il mondo che ci circonda.

 

Un’estate ricca di temporali
I temporali sono fenomeni atmosferici caratterizzati da violente precipitazioni, raffiche di vento, fulminazioni e occasionalmente anche grandinate e trombe d’aria. L’estate 2014 si sta caratterizzando come una delle più temporalesche degli ultimi anni sul territorio piemontese.

Mediamente ogni estate abbiamo, su ogni area di allertamento piemontese, circa 7-8 temporali molto forti (con precipitazione superiore ai 30 mm orari), ma le aree più colpite climatologicamente sono quelle settentrionali, come il Verbano, Biellese, il Novarese, l’alto Vercellese e le zone alpine in generale.

Le cause dei temporali sono, oltre al forte riscaldamento diurno estivo, principalmente da imputarsi al transito di perturbazioni fredde, principalmente di origine atlantica, favorite dall’assenza di una struttura di alta pressione persistente sul Mediterraneo.

Per approfondire le situazioni meteorologiche che causano i temporali sul Piemonte, cliccate QUI

Esplora per conoscere
Un nuovo prodotto multimediale interattivo sui pericoli in montagna legati alla meteorologia e alle valanghe è presente sul portale Rischi Naturali, nella sezione "Gioca con il meteo", sviluppato dall’Agenzia in collaborazione con la Regione Piemonte, nell’ambito del progetto Interreg Italia-Svizzera VETTA.
Utilizzalo per imparare ad affrontare un'escursione in montagna con la massima sicurezza e metiti alla prova per valutare il tuo livello di escursionista!

Valanghe

Le valanghe possono essere provocate da cause naturali (abbondanti nevicate, aumento repentino della temperatura, pioggia sul manto nevoso o accumuli di neve provocati dal vento) o antropiche (passaggio di sciatori e mezzi battipista, distacchi controllati per la messa in sicurezza di piste da sci o di strade). Impariamo a conoscerle.

Conosciamo i pericoli naturali?

Tutte le volte che si verifica un disastro naturale, il web diventa un canale importante per la circolazione delle informazioni. Quanto conosciamo questi fenomeni? Come utilizziamo il web per cercare informazioni? Quale è la loro attendibilità? Un questionario utile per migliorare gli strumenti e gli approcci che oggi vengono utilizzati e non sempre rispondono alle necessità di conoscenza e di legittimo sapere.

Partecipa anche tu!

Difendersi dal freddo

Il freddo eccessivo può rappresentare una minaccia per la salute, soprattutto per anziani, bambini e persone malate.
Il Ministero della Salute ha pubblicato alcuni consigli per proteggersi dai malanni tipici della stagione invernale, di cui l'influenza è il più comune, ma non il solo. Consulta la pagina del Ministero