Centro funzionale
Notizie

15 febbraio 2019 - Zero termico elevato, attenzione al pericolo valanghe nelle ore più calde
Dopo le nevicate di inizio febbraio e le condizioni ancora instabili a inizio se...

14 febbraio 2019 - Weekend all'insegna del bel tempo sul Piemonte. Il video per l’escursionista
Un anticiclone di origine africana centrato sull'Europa occidentale garantisce u...

13 febbraio 2019 - Intervento di Arpa nel Torrente Cervetto di Vercelli
Nella mattinata di oggi Arpa Piemonte è intervenuta in seguito a una segnalazion...

11 febbraio 2019 - Superati a Torino i 35 giorni di superamento del valore limite di 50microgrammi/m3 per il PM10
Sabato 9 febbraio la stazione da traffico di Torino Rebaudengo – una delle più c...

8 febbraio 2019 - Nel fine settimana pericolo valanghe 3-marcato sui settori occidentali e meridionali
Al termine delle intense nevicate dello scorso fine settimana sono stati registr...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

15/02/2019 E' online il video bollettino valanghe per il fine settimana del 16-17 Febbraio 2019

14/02/2019 E' online il nuovo VIDEO sulla previsione meteorologica per il fine settimana del 16-17 Febbraio 2019 sulle montagne piemontesi


21/12/201 Avviato progetto MISTRAL per la realizzazione del portale della meteorologia italiana

06/07/2018 Realizzato un nuovo servizio di 'richiesta automatica dei dati idro-meteorologici orari'

30/10/2017 Disponibili nuovi OPEN DATA sul clima nella sezione dedicata


Tematismi » Clima » Sguardo » Introduzione
 

spaghettiLa crescente necessità in ambito ambientale, sociale ed economico di conoscere l’evoluzione delle condizioni meteo-climatiche a lungo termine, per fini gestionali e non, si scontra con l’intrinseca e non eliminabile incertezza, connessa alla previsione delle masse d'aria in gioco, la quale tende ad aumentare necessariamente nel tempo, vista la natura “caotica” regolare degli stati dell'atmosfera.

Tuttavia, attraverso un confronto ragionato delle indicazioni derivanti da una selezione di modelli numerici di previsione stagionale, prodotti di punta nel settore specifico e diffusi dai maggiori Centri Meteorologici Internazionali, è possibile ottenere alcune informazioni utili, sull’andamento più probabile di precipitazioni e temperature atteso per i prossimi mesi.

 

Una previsione a lungo termine su aree geografiche poco estese e climaticamente "di confine", come è il caso della regione Piemonte, aggiunge un ulteriore elemento di complessità a questo scopo.

 

In questo senso lo sforzo di Arpa Piemonte è quello di realizzare e presentare questo confronto critico tra le principali simulazioni numeriche disponibili, traendo da dati quantitativi, seppur ad affidabilità limitata nel tempo, stime qualitative relative all'ambito regionale, usufruibili dalla più ampia fascia di utenti. 

 

Uno sguardo, appunto, sui vari scenari che si prospettano nei mesi a venire.

 

I commenti e le valutazioni riportate nelle tabelle si riferiscono al Piemonte e quindi, partendo sempre da una visione a scala europea, si cerca di focalizzare l’analisi delle mappe di temperatura e precipitazione previste sull’area subalpina italiana (Italia settentrionale), tenendo conto anche delle caratteristiche climatiche peculiari locali: per le precipitazioni, ad esempio, il Piemonte viene più facilmente interessato dalle piogge in arrivo dal Mediterraneo occidentale (Europa sud-occidentale) e di conseguenza possono pesare maggiormente, nella valutazione generale, i "segnali" atmosferici provenienti da quella zona.

 

Modelli numerici selezionati 

  • ECMWF Sesonal Forecast System 4
  • Met Office Global seasonal forecasting system (GloSea4)
  • IRI Climate Outlook for Europe
  • NOAA - NCEP Climate Forecast System (CFSv2)

Scala di interpretazione delle anomalie 

TEMPERATURE       =      
 PRECIPITAZIONI       =      
 

molto inferiori

alla norma

inferiori

alla norma

poco inferiori

alla norma

nella norma

poco superiori

alla norma

superiori

alla norma

molto superiori

alla norma