Centro funzionale
Notizie

19 giugno 2021 - Domenica allerta gialla per temporali
  

18 giugno 2021 - Maggio 2021 freddo leggermente secco e ventoso
In Piemonte maggio 2021 ha avuto una temperatura media di circa 11.2°C, con un’a...

18 giugno 2021 - Arpa Piemonte e Arpa Veneto siglano un accordo per una stretta collaborazione su indagini virologiche sul Sars-Cov-2 e determinazioni di PFAS
Il Direttore Generale di Arpa Piemonte Angelo Robotto e il Commissario Straordin...

17 giugno 2021 - Oggi pomeriggio ultimo incontro di Porte aperte all'ambiente. Parliamo di acqua
Partecipa al webinar di oggi dalle ore 14.30 alle ore 16.00. Per iscrizioni htt...

14 giugno 2021 - Laboratorio Mobile al lavoro per monitorare la qualità dell'aria in alcuni comuni della Città Metropolitana
Un'articolata programmazione di campagne di monitoraggio della qualità dell'aria...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

14/05/2021 E' online il video con le indicazioni di carattere generale per le escursioni primaverili

19/03/2020 E' on-line il nuovo VIDEO sulla previsione meteorologica per il fine settimana del 21-22 marzo 2020


19/11/2019 Disponibile il Rendiconto nivometrico della stagione invernale 2018/2019


Tematismi » Meteo » Osservazioni in tempo reale » Radar » Mosaico Piemontese
 

Piemonte Mosaico Nazionale

 


 

RADAR METEOROLOGICO

 

Il radar meteorologico è uno strumento per l'osservazione delle nubi e delle precipitazioni. Arpa Piemonte gestisce il radar di Bric della Croce

(736 m s.l.m.,  sulla collina di Torino) e, in collaborazione con Regione Liguria, il radar di Monte Settepani (1400 m s.l.m., sull’Appennino Ligure).

 

L'elaborazione in tempo reale delle misure radar permette la stima di alcuni significativi parametri meteorologici sull'intero territorio regionale e

la realizzazione di prodotti specifici per le attività di monitoraggio e previsione.

Le più comuni applicazioni dei radar meteorologici sono:

 

 

  • il monitoraggio in tempo reale di intensità di precipitazione, velocità del vento, presenza di grandine, entro un raggio di 150-200 km dal sito radar e con una risoluzione dell'ordine di 1 km;
  • le previsioni a brevissimo termine (fino a 1-3 ore) di fenomeni temporaleschi associati a precipitazioni intense, grandine, ecc.;
  • le previsioni di piena: l'utilizzo congiunto dei radar e della rete di monitoraggio al suolo permette, attraverso una stima ottimale della quantità di precipitazione sull'intero territorio regionale, l'inizializzazione di modelli idrologici.

 

 I tempi dei prodotti in questa sezione sono espressi nel sistema UTC: per determinare l'ora locale in Italia si deve sommare un'ora quando è in vigore l'orario invernale (CET), due ore quando è in vigore l'orario estivo (CEST).

 

                                                                                                            

 

 

 

 

 

 

 

         

 

 

       

                    

           Radar di Monte Settepani (SV)