Centro funzionale
Notizie

17 dicembre 2018 - Il Bot di Telegram @allertameteoPIE ha un bollettino in più
Il 1° dicembre scorso è cambiato il sistema di allertamento piemontese. Le nuove...

17 dicembre 2018 - Inquinamento da particolato PM10: le sorgenti
Nei primi giorni del mese di dicembre hanno avuto inizio i primi blocchi del tra...

15 dicembre 2018 - Domani allerta gialla per neve nelle zone appenniniche
  

14 dicembre 2018 - Ancora localizzati lastroni sulle creste di confine occidentali e settentrionali
Dopo un fine settimana molto ventoso, con apporti di nuova neve sulle creste di ...

13 dicembre 2018 - Neve e valanghe, un bilancio della scorsa stagione
Con l'avvio della nuova stagione e la ripresa dell'emissione del bollettino vala...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

14/12/2018 E' online il video bollettino valanghe per il fine settimana dell'15-16 dicembre 2018

13/12/2018 E' online il nuovo VIDEO sulla situazione meteorologica per il fine settimana del 15-16 dicembre 2018 sulle montagne piemontesi


06/07/2018 Realizzato un nuovo servizio di 'richiesta automatica dei dati idro-meteorologici orari'

30/10/2017 Disponibili nuovi OPEN DATA sul clima nella sezione dedicata >

15/11/2017 Consultabile il Rendiconto nivometrico 2016-2017


Tematismi » Clima » Sguardo » Precipitazioni
 

Precipitazioni

Confronto e valutazione globale dell'andamento previsto delle precipitazioni su Piemonte ed Europa per i prossimi mesi.

 

AGGIORNATO al 6 Ottobre 2018

 

Anomalia delle precipitazioni cumulate previste (mappe mensili del ECMWF)

Ottobre 2018

Novembre 2018

Dicembre 2018

 

  Ottobre 2018Novembre 2018Dicembre 2018
ECMWF =
NOAA =


La difficoltà di una previsione stagionale in questo periodo autunnale, enunciata nel paragrafo delle temperature, emerge ancora più clamorosa per le precipitazioni, con segnali già discordanti in tabella.

L’instabilità attesa per Ottobre il mese scorso alla fine si sta rivelando efficace solo per l’Italia meridionale, dove la bassa pressione sul sud-Mediterraneo riesce a portare precipitazioni maggiori.

Viceversa sul Piemonte vince l’alta pressione dell’Europa continentale con conseguente stabilità atmosferica.

Inoltre, con una pressione alta sul nord delle Alpi e bassa al sud, il gradiente barico (differenza di pressione), giusto a cavallo dell’arco alpino, potrebbe facilmente innescare anche condizioni di foehn sul Piemonte e sulla Val Padana nel prosieguo del mese, quindi con correnti d’aria (miti e) asciutte sulla nostra regione.

L’instabilità da tempo attesa viene, al solito, ora procrastinata per i successivi mesi di Novembre e Dicembre.

A Novembre il calo della pressione sul Mediterraneo occidentale sarebbe associato al ritorno di maggiori precipitazioni anche sul Piemonte, dove comunque i segni in tabella rimangono tra anomalia nulla o solo lievemente positiva.

Anche a Dicembre un’anomalia barica negativa (in quota e al suolo) al sudovest d’Europa potrà portare facilmente instabilità e precipitazioni dall’Atlantico all’Europa sudoccidentale e, magari, fino anche al nordovest italiano. Ma il segnale della NOAA è di direzione diversa…

 

  O-N-DN-D-GD-G-F
ECMWF =
MET Office = =
IRI = =
NOAA =

 

Su base trimestrale mobile, le previsioni sono un po’ discordanti.

Rimane confermato quanto si diceva il mese scorso di una piovosità inizialmente più localizzata sul basso Mediterraneo rispetto al nord-Italia. Tuttavia rapidamente nel corso dei trimestri la piovosità sul Mediterraneo orientale è vista attenuarsi a favore di una nuova maggiore piovosità sulla parte sudoccidentale d’Europa, da dove potrebbe coinvolgere anche il nordovest italiano. Se così, allora l’Inverno, sotto l’influenza di un flusso mite e umido dal medio Atlantico, potrebbe risultare non tanto freddo ma potenzialmente piovoso (o nevoso in quota).

La disparità delle indicazioni in tabella ricorda comunque che occorrerà seguire i prossimi aggiornamenti mensili…

 

 

Vai alle Temperature