Centro funzionale
Notizie

11 maggio 2021 - Allerta arancione: forti precipitazioni su verbano, biellese e vercellese. Previsto miglioramento delle condizioni meteo nelle prossime ore
La vasta area di bassa pressione che sta interessando la nostra penisola ed in p...

11 maggio 2021 - Allerta arancione. Registrate precipitazioni forti o molto forti
Un’estesa saccatura di origine atlantica, in discesa dalle Isole Britanniche ver...

10 maggio 2021 - Allerta arancione nel Piemonte settentrionale per rischio idrogeologico e idraulico
Una vasta e profonda saccatura di origine atlantica, in discesa da ieri dalle Is...

9 maggio 2021 - Allerta gialla per maltempo diffuso
Una vasta e profonda saccatura di origine atlantica, in graduale discesa dalle I...

7 maggio 2021 - Schiume sul Po: eseguiti prelievi in 38 punti per individuare le cause
Negli ultimi mesi sono pervenute ad Arpa Piemonte numerose segnalazioni per la p...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

5/03/2021 E' online il videobollettino valanghe per il weekend del 6-7 marzo 2021

19/03/2020 E' on-line il nuovo VIDEO sulla previsione meteorologica per il fine settimana del 21-22 marzo 2020


19/11/2019 Disponibile il Rendiconto nivometrico della stagione invernale 2018/2019


Tematismi » Clima » Sguardo » Precipitazioni
 

Precipitazioni

Confronto e valutazione globale dell'andamento previsto delle precipitazioni su Piemonte ed Europa per i prossimi mesi.

 

AGGIORNATO al 6 Febbraio 2021

 

Anomalia delle precipitazioni cumulate previste (mappe mensili del ECMWF)

Febbraio 2021

Marzo 2021

Aprile 2021

 

  Febbraio 2021Marzo 2021Aprile 2021
ECMWF  
NOAA


Come detto nel paragrafo delle temperature, l’Inverno finora è stato sicuramente piuttosto variabile e instabile, com’era abbastanza atteso dalle nostre ultime previsioni stagionali. Le correnti (miti e) umide instabili da sud (e dall’Atlantico), prospettate dalle nostre scorse previsioni, alla fine si sono fatte sentire, con precipitazioni significative e nevicate (perlopiù o) soprattutto sulle Alpi, anche con sorprendenti eventi come la neve rossa eccezionale di sabbia sahariana del primo week-end di Febbraio.

Le mappe della pressione sia in quota sia al suolo mostrano bene un’anomalia barica negativa sull’Europa (sud)occidentale, che è facilmente associata ad instabilità sul nordovest italiano.

Così l’anomalia pluviometrica media mensile di Febbraio è positiva per entrambi i modelli in tabella.

Tuttavia, come già per le temperature, probabilmente sarà l’instabilità già occorsa nella prima parte di Febbraio ad avere il peso maggiore in questo segnale mensile finale. Se infatti arriveranno prossimamente correnti più settentrionali e continentali fredde, non potranno essere associate a precipitazioni ancora abbondanti. Inoltre la piovosità climatologica di Febbraio è normalmente bassa, quindi basta poco ad assumere un’anomalia positiva in un mese climatologicamente povero di precipitazioni.

Nel successivo mese di Marzo è prevista un’attenuazione dell’instabilità, ma per ECMWF rimane ancora un segnale di anomalia pluviometrica debolmente positiva, ad indicare che le precipitazioni dell’inizio della Primavera (o ancora fine dell’Inverno?) non dovrebbero mancare del tutto… La configurazione barica comunque tende a stabilizzarsi rispetto a Febbraio, col generale rialzo della pressione e soprattutto l’allontanamento delle basse pressioni dai dintorni del nostro territorio.

Ad Aprile sembra arrivare un’ulteriore stabilizzazione atmosferica, per entrambi i modelli in tabella, con un’anomalia pluviometrica condivisa lievemente negativa, rispetto ad uno dei mesi climatologicamente più piovosi dell’anno. Forse potrà essere l’anticiclone delle Azzorre, forte sull’(alto) Atlantico, ad ostacolare o (solo!) ridurre l’arrivo delle piovose perturbazioni atlantiche primaverili verso il nordovest italiano.

 

  F-M-AM-A-MA-M-G
ECMWF  
MET Office = =
IRI =
NOAA = =

 

Su base trimestrale mobile, pur nella consueta scarsa concordia dei diversi modelli, prevale un segnale di anomalia pluviometrica tendenzialmente positiva almeno per i primi (due) trimestri, ad indicare quindi una fine dell’Inverno ed un inizio della Primavera ancora piuttosto ricchi di precipitazioni. Nell’ultimo trimestre (A-M-G) invece l’anomalia s’inverte diventando anche negativa, a prevedere quindi un prosieguo della Primavera (e forse già inizio dell’Estate) che potrà diventare più asciutto.

Vai alle Temperature