Centro funzionale
Notizie

15 novembre 2018 - Temperature in calo nel weekend. Il video per l’escursionista
L'area di bassa pressione in spostamento dai Balcani porterà un netto abbassamen...

13 novembre 2018 - Snpa ha collaborato al Rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente
Lo scorso 29 ottobre a Milano Legambiente ha presentato l'edizione 2018 dell'Eco...

9 novembre 2018 - Cavallermaggiore: monitoraggio della qualità dell’aria
È iniziato l’8 novembre un monitoraggio della qualità dell’aria nel comune di Ca...

8 novembre 2018 - Fine settimana tipicamente autunnale con cielo grigio e piogge; più asciutto domenica con ampie schiarite nel pomeriggio. Il video per l’escursionista
Una saccatura atlantica continua a convogliare flussi umidi sudoccidentali sul P...

8 novembre 2018 - Allerta gialla per precipitazioni intense sugli Appennini
Un minimo di pressione sul mar Tirreno convoglia aria umida e instabile verso la...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

15/11/2018 E' online il nuovo VIDEO sulla situazione meteorologica per il fine settimana del 17 e 18 novembre 2018 sulle montagne piemontesi


06/07/2018 Realizzato un nuovo servizio di 'richiesta automatica dei dati idro-meteorologici orari'

20/04/2018 E' online l'ultimo video con le indicazioni di carattere generale sulla primavera 2018

15/11/2017 Consultabile il 'Rendiconto nivometrico' della stagione invernale 2016-2017

30/10/2017 Disponibili nuovi OPEN DATA sul clima nella sezione dedicata >


Centro funzionale » Il sistema dei centri funzionali
 

Il sistema dei Centri Funzionali

Il Dipartimento di Protezione Civile e la rete dei Centri Funzionali delle Regioni sono gli attori principali del complesso sistema di allerta nazionale. Il fine di tale sistema è quello di allertare e attivare il Servizio Nazionale della Protezione Civile ai diversi livelli territoriali.

 
La Rete dei Centri Funzionali è costituita dal Centro Funzionale centrale, presso il Dipartimento della Protezione Civile a Roma, e dai Centri Funzionali decentrati (uno per ogni Regione o Provincia autonoma). Ogni Centro Funzionale svolge attività di previsione, monitoraggio e sorveglianza in tempo reale dei fenomeni meteorologici con la conseguente valutazione degli effetti previsti a salvaguardia dell'incolumità della popolazione e dei beni in un determinato territorio, concorrendo, insieme al Dipartimento della Protezione Civile e alle Regioni, alla gestione del Sistema di allertamento nazionale.

 

L’attività della rete dei Centri Funzionali. Ogni Centro Funzionale ha il compito di raccogliere e condividere con l’intera rete dei Centri una serie di dati ed informazioni provenienti da diverse piattaforme tecnologiche e da una fitta rete di sensori disposta sul territorio nazionale. Nello specifico:

  • I dati rilevati dalle reti meteo-idro-pluviometriche, dalla Rete Radar meteorologica nazionale e dalle diverse piattaforme satellitari disponibili per    l’osservazione della terra;
  • I dati territoriali idrologici, geologici, geomorfologici e quelli derivanti dal sistema di monitoraggio delle frane;
  • La modellistica meteorologica, idrologica, idrogeologica e idraulica.

Sulla base di questi dati e modellazioni, i Centri Funzionali elaborano gli scenari probabilisticamente attesi, anche attraverso l’utilizzo di modelli previsionali degli effetti sul territorio. In base a queste valutazioni, i Centri Funzionali emettono bollettini ed avvisi in cui vengono riportati sia l’evoluzione dei fenomeni sia i livelli di criticità attesi sul territorio.

 

Il Centro Funzionale centrale. Il Centro Funzionale centrale si trova presso la sede operativa del Dipartimento della Protezione Civile e si articola in un settore meteo e in un settore idrogeologico e idraulico. Attraverso di esso il Dipartimento, insieme alle Regioni, garantisce il coordinamento del sistema di allertamento nazionale. Inoltre, coerentemente con il principio di sussidiarietà, può sostituire nei compiti e nelle funzioni i Centri Funzionali decentrati non attivi o che siano temporaneamente non operativi, svolgendo tutti i compiti operativi loro assegnati.