Modelli numerici

 

Per la formulazione delle previsioni meteorologiche, sia quantitative, sia di tipo testuale o qualitativo, il servizio meteorlogico di Arpa Piemonte utilizza diversi modelli numerici. L'utilizzo di più modelli, in particolare quando si considera un elevato dettaglio spaziale e temporale della previsione, è fondamentale per tenere conto dei diversi possibili scenari e definire un'affidabilità della previsione.

Modellistica Globale

Il modello numerico utilizzati per definire il quadro sinottico e l'evoluzione a più lungo termine della situazione meteorologica è l’Integrated Forecast System (IFS) di ECMWF, che  continua ad essere il modello che fornisce una qualità della previsione migliore, in particolare sul territorio europeo. Si tratta di un modello globale, ovvero che simula l’evoluzione dei moti atmosferici su scala planetaria con una risoluzione orizzontale che attualmente è pari a circa 15 km con una validità fino a 240 ore, con due corse al giorno (00 e 12UTC). Ad esso sono affiancate corse di tipo probabilistico, e a lugo termin e(mensili-stagionali).

I prodotti sono distribuiti quotidianamente ai Servizi Meteorologici Regionali italiani dal Dipartimento di Protezione Civile e dal Centro Meteorologico Nazionale dell’Aeronautica Militare.

Modellistica ad area limitata

I modelli ad area limitata (LAM), simulando l'atmosfera su un dominio più piccolo, sono in grado di rappresentare con maggiore dettaglio ii processi meteorlogici che avvengono in atmosfera e formulare previsioni dei diversi parametri con una elevata risloluzione spaziale e temporale

I modelli LAM utilizzati sono quelli afferenti al consorsio internazionale COSMO (COnsortium for Small-scale MOdelling) e quelli sviluppati e implementati operativamente dall'ISAC-CNR della catena BOLAM-MOLOCH, grazie ad una convenzione non oneraosa stipulata dall'Agenzia con l'Istituto.

Il primo, iil COSMO Model, è modello non idrostatico ad area limitata, sviluppato all’interno del consorzio internazionale COSMO, fondato nell'Ottobre 1998, comprende al suo interno i seguenti servizi meteorologici nazionali:

  • DWD (Deutscher Wetterdienst), Germania;
  • MeteoSwiss, Svizzera;
  • USAM (Ufficio Generale Spazio Aereo e Meteorologia), Italia;
  • HNMS (Hellenic National Meteorological Service), Grecia;
  • IMGW (Institute of Meteorology and Water Management), Polonia;
  • NMA (National Meteorological Administration), Romania;
  • RHM (Federal Service for Hydrometeorology and Environmental Monitoring), Russia.

In più, ne fanno parte i seguenti servizi regionali (civili e militari):

  • ARPA-Piemonte, Torino, Italia;
  • ARPA-SIMC, Bologna, Italia;
  • CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali), Capua, Italia;
  • Amt für GeoInformationswesen der Bundeswehr, Germania.

Lo scopo del Consorzio è di sviluppare, mantenere e migliorare il modello sia per le applicazioni operative sia per quelle di ricerca.

Esistono due implementazioni del modello COSMO: la prima con risoluzione orizzontale di circa 7.5 km (COSMO-I7) che viene emesso due volte al giorno (alle 00UTC e alle 12UTC) e ha un orizzonte previsionale di 72 ore; il secondo con risoluzione orizzontale di circa 2.8 km (COSMO-I2) che viene emesso sempre due volte al giorno (00 e 12UTC) con un orizzonte temporale di 48 ore. Essendo COSMO-I7 un modello ad area limitata, necessita di condizioni di partenza ed al contorno che, in questo caso, vengono fornite dal modello IFS. Il modello COSMO-I2 invece le riceve da COSMO-I7. Nella figura viene quindi schematizzata la catena operativa.

Catena modellistica

La seconda catena modellistica, BOLAM-MOLOCH, è invece innestata nel modello globale GLOBO, anch'esso implemetato dall'ISAC-CNR. Il modello BOLAM fornisce una previsione su area europea-mediterranea a scadenza di 3 giorni e ad una risluzione spaziale di 8,3 Km, con due corse al giorno, e MOLOCH che fornisce una previsione a 48 ore ad alta risoluzione sull'Italia (1,5 km).

archiviato sotto: , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it