Attività servizi controlli di Arpa Piemonte

Ultima modifica 20 marzo 2012

IL MONITORAGGIO

Arpa Piemonte gestisce una fitta rete di misure a terra, costituita da più di 400 stazioni meteorologiche, di cui alcune collocate in alta montagna. A questa si affianca una rete di sorveglianza radarmeteorologica, costituita da due radar in banda C e un radar in banda X, da un windprofiler e diversi radiometri posizionali sul territorio regionale. Poiché l’atmosfera e i fenomeni che nell’atmosfera si sviluppano non risentono dei confini amministrativi o geografici, alle misure effettuate direttamente sul territorio regionale si affianca l’acquisizione di dati osservati scambiati a livello internazionale o interregionale, in modo da avere una visione “sinottica” dei fenomeni in atto e del movimento delle masse d’aria. L’acquisizione delle immagini satellitari ad alta risoluzione completa la grande mole di dati a disposizione per l’analisi della situazione meteorologica in atto. All’attività di monitoraggio effettuata direttamente sul territorio regionale, si affianca una importante fase di validazione, archiviazione e post-elaborazione dei dati, nonché la messa a disposizione per la distribuzione esterna.

I dati osservati unitamente alle immagini da telerilevamento consentono di delineare in modo dettagliato la situazione meteorologica in atto, individuare eventuali precursori tipici delle situazioni potenzialmente critiche, e definirne la loro evoluzione a brevissimo termine, nonché definire la condizione iniziale dei modelli meteorologici.

LA PREVISIONE

La previsione meteorologica, insieme a quella di sorveglianza dei fenomeni in atto, rappresenta l’attività principale del servizio meteorologico di Arpa Piemonte. L’attività di previsione si articola in una serie di fasi che vengono svolte quotidianamente e che, a partire dall’analisi della situazione meteorologica in atto e dall’interpretazione dei dati osservati e degli output dei modelli meteorologici, ha per obiettivo la formulazione di previsioni, sempre più a carattere quantitativo, dei fenomeni meteorologici con un elevato dettaglio spazio-temporale.

La previsione viene effettuata sul territorio nazionale in accordo con il Dipartimento di Protezione Civile, il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare e l’Arpa Emilia-Romagna, per avere un quadro dei fenomeni che interesseranno l’Italia, e successivamente specializzata sul territorio regionale.

Attraverso l’utilizzo della modellistica numerica, acquisita o utilizzata direttamente nell’ambito di collaborazioni internazionali, ed i risultati dei sistemi di post-processing dei dati della modellistica opportunamente sviluppati, vengono formulate le previsioni attraverso un attento lavoro di interpretazione soggettiva, che si basa sulla conoscenza dei modelli stessi e della loro performance, sulla capacità di confronto con le configurazioni meteorologiche legate ad eventi importanti, sulla contestualizzazione rispetto alla situazione climatica corrente e, non ultimo, sulla valutazione degli effetti locali dovuti all’interazione di una determinata configurazione meteorologica con la complessità orografica del territorio regionale.

Tutte le previsioni formulate dal servizio confluiscono in Bollettini Meteorologici orientati all’utente che riassumono, in forma concordata con l’utente stesso, la previsione in modo che sia il più possibile fruibile, comprensibile mantenendo un elevato contenuto informativo.

archiviato sotto: ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it