Centro funzionale
Notizie

21 maggio 2018 - Allerta gialla per precipitazioni intense sul settore appenninico
Il posizionamento di un minimo sul Golfo Ligure determina rovesci intensi e loca...

19 maggio 2018 - Confermata allerta gialla per temporali
Un minimo barico in quota è in discesa dalla Germania verso il settore settentri...

18 maggio 2018 - Allerta gialla nel fine settimana per temporali
La progressiva discesa di una moderata circolazione ciclonica dal Mare del Nord ...

17 maggio 2018 - Weekend all’insegna dell’instabilità. Il video per l’escursionista
Il nordovest italiano rimane in un contesto debolmente ciclonico che favorisce c...

16 maggio 2018 - Sopralluogo sul torrente Cervo per presenza di schiuma
Nella mattinata del 14 maggio scorso, a seguito di diverse segnalazioni pervenut...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

17/05/2018 E' online il nuovo VIDEO sulla situazione meteorologica per il Weekend sulle montagne piemontesi


20/04/2018 E' online l'ultimo video sulle condizioni nivo-valanghive in Piemonte per il weekend del 21-22 Aprile 2018

15/11/2017 Consultabile il 'Rendiconto nivometrico' della stagione invernale 2016-2017

30/10/2017 Disponibili nuovi OPEN DATA sul clima nella sezione dedicata >

08/09/2017 Disponibili gli ultimi aggiornamenti della Banca Dati Meteorologica e della Banca Dati Idrologica


Rischi » Valanghe » Pericolo valanghe » Previsioni
 

Dati aggiornati: 18-05-2018, entro le ore 16:00

19-05-2018 20-05-2018
 

Residui accumuli instabili sopra i 2800-3000m di quota e nuovi temporali

 

Mattino

Pomeriggio

Naviga sulla mappa per maggiori dettagli.

Il manto nevoso risulta generalmente ben consolidato e stabile fino ai 2800-3000m di quota, ma la parziale copertura nuvolosa può determinare uno scarso rigelo notturno alle quote inferiori ai 2500m. In seguito alle precipitazioni temporalesche previste nel corso della giornata saranno possibili valanghe spontanee superficiali, generalmente di piccole dimensioni, dai pendii ripidi in corrispondenza di barre e canali rocciosi. Sui settori di confine dalle A. Lepontine alle A. Marittime e alle quote più elevate dei restanti settori il distacco provocato di piccole o, localmente, medie valanghe a lastroni è possibile anche al passaggio del singolo sciatore su pendii molto ripidi (>35°) alle esposizioni in ombra e sopra i 2800-3000m di quota, con il pericolo di trascinamento e caduta. Si consiglia di terminare le escursioni in mattinata sia per sfruttare il rigelo notturno sia per evitare i temporali pomeridiani.
Legenda:

Consulta l'archivio:

Selezionare il giorno di interesse per scaricare il bollettino in formato pdf.

In verde i giorni con bollettino scaricabile.

 

 

 

 

 

Consulta PREVISIONI METEO