I livello di ozono in Piemonte a luglio 2019

7 agosto 2019

Luglio 2019 è stato caratterizzato da temperature particolarmente elevate, per cui la rete regionale di monitoraggio della qualità dell'aria ha rilevato, com’è tipico per il periodo estivo, valori elevati di ozono.

L’ozono è un tipico inquinante secondario a carattere sostanzialmente ubiquitario la cui presenza deriva dalla trasformazione di altri composti – di origine antropica o naturale - presenti in atmosfera, sotto l’azione della radiazione solare.
A differenza degli altri inquinanti raggiunge le concentrazioni più elevate nei mesi più caldi dell'anno e spesso i valori rilevati all’esterno dei centri urbani sono confrontabili o superiori a quelli rilevati in città.

Sono 31 i punti di misura dell’ozono nella rete regionale. Ai fini di un’analisi di sintesi la tabella riporta, per ogni provincia o area metropolitana, gli indicatori di legge relativi ad una stazione situata nel capoluogo e ad una situata in area suburbana.

Rete monitoraggio

Stazione

Massima media oraria

Numero di superamenti del valore obiettivo per la protezione della salute umana (max media 8h > 120)

Numero di superamenti soglia di informazione (180)

ALESSANDRIA

Alessandria - Volta

181

17

1

 

Dernice - Costa

181

13

1

ASTI

Asti - D'Acquisto

168

14

0

 

Vinchio - San Michele

160

9

0

BIELLA

Biella - Sturzo

188

24

3

 

Trivero - Ronco

164

14

0

CUNEO

Cuneo - Alpini

160

17

0

 

Revello - Staffarda

166

7

0

VCO

Verbania - Gabardi

185

21

3

 

Pieve Vergonte - Industria

176

16

0

NOVARA

Novara-Arpa

172

14

0

 

Castelletto T. - Fontane

166

11

0

TORINO

Torino - Lingotto

177

19

0

Druento - La Mandria

204

17

12

VERCELLI

Vercelli - CONI

171

16

0

 

Borgosesia - Tonella

170

16

0

Il valore obiettivo annuale per la protezione della salute umana è pari a 120 µg/m3, calcolato come media massima delle 8 ore consecutive da non superare in più di 25 giorni per anno civile.

Il superamento o meno di tale valore obiettivo potrà a rigore essere valutato solo al termine del periodo estivo ma, in base ai dati sinora disponibili, appare molto probabile che tale limite non venga rispettato su tutto o gran parte del territorio regionale, come d’altra parte accade di norma nei mesi estivi alle nostre latitudini.

Il valore massimo orario, pari a 204 µg/mc, è stato raggiunto il 25 luglio alle ore 14.00 nella stazione di Druento – La Mandria, che è posizionata all’interno di un grande parco suburbano e risente quindi dei fenomeni di accumulo dell’ozono nelle aree lontane da quelle di emissione dei precursori.

Per la stessa ragione, la stazione di Druento presenta anche il numero massimo di superamenti della soglia di informazione, pari a 180 µg/mc come media oraria.

Superamenti della stessa soglia sono avvenuti anche nel 31% delle stazioni riportate in tabella.

Arpa Piemonte emette nel periodo estivo il Bollettino dell’Ozono, disponibile alla pagina didicata. Lo stesso bollettino è pubblicato sul canale twitter dell'Agenzia.

archiviato sotto: , , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it