Diritto di accesso alle informazioni ambientali

Si definisce “informazione ambientale” (art.2 comma 5 del regolamento per l'esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi e alle informazioni ambientali di Arpa Piemonte approvato con Decreto del Direttore Generale n. 157 del 30/12/2009) qualsiasi informazione disponibile in forma scritta, visiva, sonora, elettronica od in qualunque altra forma materiale o contenuta nelle banche dati riguardanti:

a) lo stato degli elementi dell’ambiente, quali l’aria, l’atmosfera, l’acqua, il suolo, il territorio, i siti naturali, compresi gli igrotopi, le zone costiere e marine, la diversità biologica ed i suoi elementi costitutivi, compresi gli organismi geneticamente modificati, e relative interazioni;

b) i fattori di pressione, quali le sostanze, l’energia, il rumore, le radiazioni od i rifiuti, anche radioattivi, le emissioni, gli scarichi, ed altri rilasci nell’ambiente che incidono o possono incidere sugli elementi dell’ambiente di cui alla precedente lettera a);

c) le misure, anche amministrative, quali le politiche, le disposizioni legislative, i piani, i programmi, gli accordi ambientali e ogni altro atto, anche di natura amministrativa, nonché le attività che incidono o possono incidere sugli elementi e sui fattori dell’ambiente di cui alle lettere a) e b), e le misure o le attività finalizzate a proteggere i suddetti elementi;

d) le relazioni sull’attuazione della legislazione ambientale;

e) le analisi costi-benefici ed altre analisi ed ipotesi economiche, usate nell’ambito delle misure e attività di cui alla lettera c);

f) lo stato della salute e sicurezza umana, compresa la contaminazione della catena alimentare, le condizioni della vita umana, il paesaggio, i siti e gli edifici d’interesse culturale, per quanto influenzabili dallo stato degli elementi dell’ambiente di cui alla lettera a) o, attraverso tali elementi, da qualsiasi fattore di cui alle lettere b) e c);

g) le informazioni sullo stato dell’ambiente, relative a direttive, programmi,circolari, istruzioni ed ogni atto che disciplini in generale l’organizzazione, le funzioni, gli obiettivi ed i programmi dell’Arpa.

Alle informazioni ambientali può accedere chiunque.

 

ATTENZIONE EMERGENZA CORONAVIRUS

Il 15 maggio 2020 si è concluso il periodo, partito il 23 febbraio 2020, in cui erano sospesi i termini dei procedimenti amministrativi. Dal 16 maggio 2020 sono dunque ripresi a decorrere regolarmente i termini dei procedimenti.

Ai sensi del comma 1 - art. 103 del D.L. n. 18 del 17 marzo 2020 sono sospesi i termini dei procedimenti amministrativi e gli effetti degli atti amministrativi in scadenza.

Ai sensi del comma 1 - art. 37 del D.L. 23 del 8 aprile 2020 è stata prorogata la sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi dal 15 aprile 2020 al 15 maggio 2020. 


Art. 103 - D.L. 18 del 17 marzo 2020 - Sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza
1. Ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d'ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 15 aprile 2020. Le pubbliche amministrazioni adottano ogni misura organizzativa idonea ad assicurare comunque la ragionevole durata e la celere conclusione dei procedimenti, con priorità per quelli da considerare urgenti, anche sulla base di motivate istanze degli interessati. Sono prorogati o differiti, per il tempo corrispondente, i termini di formazione della volontà conclusiva dell'amministrazione nelle forme del silenzio significativo previste dall'ordinamento.

 

Art. 37 - D.L. 23  del 18 aprile 2020 - Termini dei procedimenti amministrativi e dell'efficacia degli atti amministrativi in scadenza

1. Il termine del 15 aprile 2020 previsto dai commi 1 e 5 dell'articolo 103 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 è prorogato al 15 maggio 2020.

 

Per effettuare una richiesta di accesso alle informazioni ambientali compilare on line il MODULO predisposto. Completata la procedura di inserimento dei dati richiesta ed inviato il modulo, il sistema restituisce un immediato riscontro tramite l’invio di una email di conferma.

Per coloro che non volessero inserire la richiesta on line è disponibile il modulo in formato cartaceo da inviare a urp@arpa.piemonte.it

Per richiedere dati meteorologici e idrologici, consultata la sezione "Distribuzione dati meteorologici e idrologici", e utilizza l'apposito modulo.

Scarica il regolamento per l'accesso ai documenti amministrativi e alle informazioni in materia di ambiente.

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it