Presentato lo studio epidemiologico di tipo ambientale sui ricoveri ospedalieri dei residenti a Spinetta Marengo

18 dicembre 2019

Sono stati presentati stamattina, insieme allo studio condotto dall’Asl, i risultati dell’indagine epidemiologica di tipo ambientale inerente i residenti a Spinetta Marengo (AL). Tali tipologie di indagine sono volte a studiare la frequenza delle malattie in una collettività in relazione ad un complesso di fattori ambientali.

“Nell’ottobre 2017 il Comune di Alessandria, l’ASL di Alessandria e l’Arpa hanno stipulato un protocollo d’intesa al fine di realizzare studi epidemiologici per un approfondimento sui possibili ed eventuali fattori di rischio nei residenti della frazione Spinetta Marengo di Alessandria – sottolinea il Direttore generale di Arpa Piemonte Angelo Robotto - Spinetta Marengo è da anni oggetto di attenzione da parte dell’Agenzia per il monitoraggio, la tutela e la bonifica dell’ambiente dai rischi legati all’impiego di sostanze chimiche pericolose in alcuni processi produttivi del polo chimico. Su questa strada si continuerà a lavorare dando sempre la nostra disponibilità a collaborare con gli altri enti per un lavoro sempre più approfondito su tutti i fronti della tutela ambientale e sanitaria nel rispetto dei ruoli di Asl e Arpa”.

 

Lo studio epidemiologico

L’obiettivo generale dello studio era la valutazione degli effetti sulla salute dovuti alla residenza presso il Polo Chimico sito nella frazione di Spinetta Marengo (AL).

Lo studio è stato realizzato utilizzando due modelli per la definizione dell’esposizione:

  1. Area in un raggio di 3000 m. dalla sorgente di esposizione.
  2. Area come definita dal modello di dispersione degli inquinanti suddivisa in
  • Tutti gli esposti verso i non esposti
  • 2 livelli di esposizione, medio ed elevato, verso i non esposti

 

I risultati

I risultati preliminari evidenziano che tra le patologie tumorali risulta un incremento di ricoveri, solo tra gli uomini, per mesoteliomi pleurici, peraltro in decremento per il periodo più recente, e per tumori epatici e delle vie biliari.

Tra le patologie non tumorali si registrano incrementi di rischio di ricovero soprattutto a carico degli apparati cardiocircolatorio (solo tra gli uomini) e genitourinario.

Si evidenzia inoltre un incremento delle malattie della pelle tra gli uomini.

Questa tipologia di studi fornisce utili elementi descrittivi sullo stato di salute della popolazione, ma non consente di evidenziare univoci rapporti di associazione causale.

A partire dai risultati sarà valutata l’opportunità di ulteriori approfondimenti mirati ad alcune patologie per evidenziare la presenza di eventuali specifici determinanti ambientali di rischio e valutare le soluzioni operative più adatte.

 

Per approfondimenti

La sintesi dello studio epidemiologico

Lo studio epidemiologico completo

 

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it