23 marzo: giornata mondiale della meteorologia

23 marzo 2010

Oggi si festeggia la Convenzione che nel 1950 istituì l'Organizzazione meteorologica mondiale, che ha sede a Ginevra. Tante le celebrazioni e le iniziative per ricordare l'importanza delle scienze atmosferiche nella vita sociale ed economica del pianeta.

Renata Pelosini, coordinatrice della Struttura Semplice di Meteorologia e Clima del Dipartimento Sistemi Previsionali di Arpa Piemonte, risponde alle nostre domande.

Come nasce il Servizio Meteorologico di Arpa? Il servizio ha lo scopo di fornire le informazioni della fase previsionale del sistema di allertamento regionale per il rischio idrogeologico ai fini di protezione civile.

Come si è evoluto nel tempo? Negli ultimi anni il Servizio Meteorologico si è ulteriormente specializzato per fornire, oltre alle previsioni quantitative di precipitazioni sul territorio regionale, finalizzate a determinare eventuali condizioni di rischio idrogeologico, previsioni specifiche a supporto delle attività agricole, della valutazione della qualità dell’aria, degli effetti epidemiologici provocati da condizioni meteorologiche e di eventi sportivi di rilievo.

Come opera il servizio meteorologico? Nell’ambito del territorio regionale l’attività parte dall’analisi della situazione meteorologica in atto e dall’interpretazione dei dati osservati e degli output dei modelli meteorologici, per formulare previsioni, anche quantitative, di fenomeni meteorologici con un elevato dettaglio spazio-temporale. La specializzazione del personale consente di svolgere, oltre alle attività ordinarie, attività di assistenza meteorologica straordinarie quali l’assistenza ad eventi particolari, l’analisi ed il confronto climatologico, la descrizione di dettaglio della situazione meteorologica come fattore innescante di effetti sul territorio, la valutazione dell’impatto delle condizioni meteorologiche su altre tipologie di rischio. Il nostro lavoro è teso alla diffusione delle previsioni meteorologiche locali attraverso modalità e canali differenti rispetto a quelli tradizionali, per valorizzare il patrimonio di dati, misure e conoscenze raccolti ed elaborati dal Servizio e renderli disponibili alla comunità piemontese.

Dove si possono trovare i dati? Tutte le previsioni confluiscono nei Bollettini Meteorologici aggiornati quotidianamente alle ore 14.00. Le previsioni sono anche disponibili sul Televideo di Rai 3 alla pagina 516.Dal lunedì al venerdì durante la trasmissione Buongiorno regione (in onda su RAI 3 dalle ore 7.30-8.00) c'è un collegamento in diretta con un meteorologo dell'Agenzia.Inoltre, il Servizio Meteorologico fornisce informazioni sulle temperature massime e minime e sul tempo ad Enti, parchi, comunità montane, comprensori sciistici, testate di informazione locale, siti web di pubblica utilità, come i servizi autostradali ed aeroportuali.

Quanto contribuisce il Servizio Meteorologico al monitoraggio della qualità dell'aria? Arpa collabora con la Regione Piemonte - Direzione Ambiente - per fornire un adeguato supporto tecnico e scientifico per la valutazione e la previsione dei parametri meteorologici significativi, per la stima della qualità dell'aria e la sua evoluzione.Questo ha portato alla produzione quotidiana di due bollettini finalizzati al supporto delle attività inerenti la qualità dell'aria: un bollettino descrive la situazione meteorologica generale con attenzione ai parametri meteo di maggior rilevanza ai fini della valutazione della dispersione di inquinanti; l’altro, specifico per la provincia di Torino, calcola le capacità dispersive dello strato limite atmosferico e ne valuta la tendenza per i giorni successivi.




archiviato sotto: , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it