Diritto di accesso a documenti amministrativi

Si definisce documento amministrativo "ogni manifestazione di volontà espressa mediante rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie degli atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, formati dall'Arpa o da essa detenuti stabilmente ai fini della propria attività istituzionale di pubblico interesse, inclusi gli atti relativi alle informazioni sullo stato delle componenti ambientali nonché alle attività che incidono o possono incidere negativamente sulle stesse ed ai provvedimenti destinati a tutelarle" (art. 2 comma 4 del Regolamento per l'esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi e alle informazioni ambientali di Arpa approvato con Decreto del Direttore Generale n. 157 del 30/12/2009).

Il diritto di accesso ai documenti amministrativi è consentito:

  1. a chiunque abbia un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento è richiesto; ovvero da suo rappresentante con delega in originale unita a copia di un documento di identità;
  2. ai soggetti, associazioni, comitati costituiti, portatori di interessi diffusi o collettivi;
  3. ai difensori che, ai sensi dell'art. 11, legge n. 397/2000, su mandato dell'assistito motivino l'utilità dell'acquisizione dei documenti per indagini difensive attivate ex art. 391-quater del codice di procedura penale;
  4. a soggetti pubblici ed altre Pubbliche Amministrazioni.

 

ATTENZIONE EMERGENZA CORONAVIRUS

Il 15 maggio 2020 si è concluso il periodo, partito il 23 febbraio 2020, in cui erano sospesi i termini dei procedimenti amministrativi. Dal 16 maggio 2020 sono dunque ripresi a decorrere regolarmente i termini dei procedimenti.

Ai sensi del comma 1 - art. 103 del D.L. n. 18 del 17 marzo 2020 sono sospesi i termini dei procedimenti amministrativi e gli effetti degli atti amministrativi in scadenza.

Ai sensi del comma 1 - art. 37 del D.L. 23 del 8 aprile 2020 è stata prorogata la sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi dal 15 aprile 2020 al 15 maggio 2020. 


Art. 103 - D.L. 18 del 17 marzo 2020 - Sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza
1. Ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d'ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 15 aprile 2020. Le pubbliche amministrazioni adottano ogni misura organizzativa idonea ad assicurare comunque la ragionevole durata e la celere conclusione dei procedimenti, con priorità per quelli da considerare urgenti, anche sulla base di motivate istanze degli interessati. Sono prorogati o differiti, per il tempo corrispondente, i termini di formazione della volontà conclusiva dell'amministrazione nelle forme del silenzio significativo previste dall'ordinamento.

 

Art. 37 - D.L. 23  del 18 aprile 2020 - Termini dei procedimenti amministrativi e dell'efficacia degli atti amministrativi in scadenza

1. Il termine del 15 aprile 2020 previsto dai commi 1 e 5 dell'articolo 103 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 è prorogato al 15 maggio 2020.

 

Per effettuare una richiesta di accesso documentale compilare on line il MODULO predisposto . Completata la procedura di inserimento dei dati richiesta ed inviato il modulo, il sistema restituisce un immediato riscontro tramite l’invio di una email di conferma.

Per coloro che non volessero inserire la richiesta on line è disponibile il modulo da compilare e inviare a urp@arpa.piemonte.it

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it