Indicatore dei tempi medi di pagamento

L'Agenzia sta effettuando l'emissione dei mandati relativi alle fatture che risultano regolarmente liquidate.

Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti:

Il tempo medio effettivo per l'anno 2023 è di - 12 giorni

Il tempo medio effettivo per l'anno 2022 è di - 4 giorni

Il tempo medio effettivo per l'anno 2021 è di - 20,5 giorni

Il tempo medio effettivo per l'anno 2020 è di -19,52 giorni

Il tempo medio effettivo per l'anno 2019 è di -9.86 giorni

Il tempo medio effettivo per l'anno 2018 è di -10,32 giorni

Il tempo medio effettivo per l’anno 2017 è di -6 giorni

Il tempo medio effettivo per l’anno 2016 è di 55 giorni

Il tempo medio effettivo per l’anno 2015 è di 81 giorni.

Prospetto ai sensi art. 41 comma 1 DL 66-2014 

anno 2015 

anno 2016

anno 2017

anno 2018

anno 2019

Indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti

Indicatori trimestrali di tempestività dei pagamenti

anno 2015 - anno 2016 - anno 2017 - anno 2018 - anno 2019 - anno 2020 - anno 2021- anno 2022 - anno 2023 - anno 2024

 

Applicazione ad Arpa Piemonte delle norme relative al c.d. “Split Payment” (art. 17 TER del DPR n. 633 del 1972) in seguito all’adozione del D.L. n. 50/2017.

 

A seguito della previsione dell’art. 1 D.L. 50/2017 viene esteso all’Arpa Piemonte il meccanismo impositivo del così detto “split payment”, previsto all’art. 1 comma 629 della legge di stabilità 2015.

Il meccanismo dello split payment sarà un obbligo per le fatture emesse con data uguale o successiva al 01/07/2017 da parte di tutte le categorie di fornitori nazionali di beni e servizi soggetti ad Iva.

In sostanza, in relazione agli acquisti di beni e servizi effettuati, l’IVA addebitata dal fornitore nelle relative fatture dovrà essere versata dall’amministrazione acquirente direttamente all’erario, anziché allo stesso fornitore, scindendo quindi il pagamento del corrispettivo dal pagamento della relativa imposta.

Pertanto le fatture ricevute da questo Ente dovranno riportare l’annotazione “scissione pagamenti” e/o il riferimento all’applicazione dell’art. 17-ter, D.P.R. n. 633/1972.

In mancanza di tali riferimenti saranno richieste note di credito al fornitore per la ri-emissione in forma corretta della fattura. La scissione dei pagamenti riguarda le operazioni documentate mediante fattura soggetta ad Iva, emessa da tutti i fornitori, ai sensi dell’art. 21 del DPR n. 633 del 1972.

Devono, invece, ritenersi esclusi dal predetto meccanismo:

  • le operazioni, quali piccole spese dell’ente pubblico, certificate dal fornitore mediante il rilascio della ricevuta fiscale o dello scontrino fiscale,
  • i lavoratori autonomi del regime dei minimi (forfettario e di vantaggio) che aderiscono alle agevolazioni concesse dalla Legge, senza applicare Iva alle fatture;
  • i professionisti che applicano ritenuta d’acconto;
  • tutti coloro che sono soggetti a inversione contabile o reverse charge

Le fatture elettroniche per Arpa Piemonte dovranno pervenire al seguente codice univoco ufficio: UFUD7K

 

Fatturazione elettronica

Ai sensi di quanto previsto dall’art.6, comma 6, del Decreto MEF n. 55 del 3 aprile 2013, così come modificato dall’art. 25 del D.L. 66 del 24 aprile 2014 (convertito nella Legge n. 89 del 23 giungo 2014) A DECORRERE DAL 31 MARZO 2015 questa Agenzia non potrà accettare fatture che non siano trasmesse in formato elettronico, tramite il sistema di Interscambio (SdI) e né altresì potrà effettuare il pagamento delle stesse.

L’art. 3, comma 1, del citato DM 55/2013 prevede che ogni amministrazione individui il proprio ufficio predisposto al ricevimento delle fatture elettroniche, inserendolo nell’indice delle Pubbliche Amministrazioni (I.P.A.), che gli rilascerà un codice univoco ufficio. Tale codice è un’informazione obbligatoria per l’invio della fattura elettronica poiché consente al sistema di interscambio di recapitare la fattura elettronica all’ufficio destinatario.

Le fatture elettroniche per Arpa Piemonte dovranno pervenire al seguente codice univoco ufficio: UFUD7K

Le fatture elettroniche saranno rifiutate dall’Agenzia qualora ricorra una delle cinque motivazioni previste dal Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze n. 132/2020.

 

Sezione pagamenti On Line e PagoPA

Dal 1 luglio 2020 è attiva la nuova piattaforma digitale con cui effettuare i pagamenti dovuti ad Arpa Piemonte così come previsto in attuazione dell’art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitalemodificato e integrato dall'art. 15 del D.L. 179/2012, e dall'art. 8 del D.L. 135 del 14/12/2018.

PagoPA è una nuova modalità per eseguire i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata. L’obiettivo è quello di permettere al cittadino e alle aziende di scegliere metodi di pagamento moderni, semplici, sicuri e trasparenti, e al mercato di integrare nuovi strumenti di pagamento innovativi, il cui utilizzo comporta un risparmio economico per il Paese, rendendo il sistema più aperto e flessibile.

Per tutte le entrate "attese", cioè supportate da un documento emesso da Arpa Piemonte, viene inviato, insieme al documento elettronico, l’avviso di pagamento riportante il codice IUV (Identificativo Unico di Versamento) che permetterà di effettuare il pagamento sul portale sezione pagamenti on Line e PagoPA (tramite carta di credito, Paypal, conto corrente, Satispay, ecc.) o presso i Prestatori di Servizi di Pagamento come ad esempio:

  • le agenzie della banca;
  • l’home banking del PSP (riconoscibili dai loghi CBILL o pagoPA);
  • gli sportelli ATM abilitati delle banche;
  • i punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5;
  • gli Uffici Postali.

 

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito https://www.pagopa.gov.it/ 

Ultimo aggiornamento 20/10/2022

 

Abbiamobisognodite

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it