Centro funzionale
Notizie

22 maggio 2019 - Aprile 2019 piovoso e leggermente caldo
In Piemonte nel mese di aprile 2019 le precipitazioni sono state superiori alla ...

17 maggio 2019 - Allerta gialla per rischio idrogeologico sul Piemonte sudoccidentale
Oggi e di domani una profonda saccatura di origine atlantica si posiziona sul Me...

17 maggio 2019 - Il 15 maggio si è aperta la stagione balneare in Piemonte
Mercoledì 15 maggio si è aperta la stagione balneare in Piemonte (D.D. N. 251 de...

16 maggio 2019 - Generale maltempo nel fine settimana
La discesa di un nucleo di aria fredda sul nord Italia causa un generale peggior...

10 maggio 2019 - Ultimo video del bollettino valanghe della stagione invernale
Tra mercoledì e giovedì mattina precipitazioni, inizialmente a carattere tempora...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

17/05/2019 Disponibili le elaborazioni dei 'Gradi Giorno' per la stagione invernale 2018/2019

16/05/2019 E' online il nuovo VIDEO sulla previsione meteorologica per il fine settimana del 18-19 maggio 2019


10/05/2019 E' online il video con le condizioni di innevamento in Piemonte e le indicazioni di carattere generale per le escursioni primaverili

21/12/2018 Avviato progetto MISTRAL per la realizzazione del portale della meteorologia italiana

06/07/2018 Realizzato un nuovo servizio di 'richiesta automatica dei dati idro-meteorologici orari'


Approfondimenti » Meteo » Strumenti di osservazione
 

Il monitoraggio delle condizioni atmosferiche avviene attraverso strumenti di misura convenzionali (rete di stazioni di misura a terra, anche con l’utilizzo di sensori innovativi, radiosondaggi, misure da aereo, da nave, da boe…) e non (satelliti, radar meteorologici, windprofiler, profilatori di temperatura…). Anche l'utilizzo di stazioni portatili è importante perchè consente l'effettuazione di campagne di misura specifiche. L’analisi integrata dei dati misurati rappresenta uno dei temi fondamentali delle attività di meteorologia, perché consente di fare una “fotografia” delle condizioni dell’atmosfera, a partire dalle quali, con l’ausilio di modelli meteorologici e basandosi sulle proprie conoscenze ed esperienze, il meteorologo formula le previsioni per i giorni successivi. Il monitoraggio è indispensabile anche per le attività di sorveglianza dei fenomeni intensi e per la previsione a brevissimo termine della loro evoluzione.