Centro funzionale
Notizie

19 aprile 2019 - Pericolo valanghe in aumento per riscaldamento diurno
Dopo le deboli nevicate dello scorso fine settimana, le condizioni meteorologich...

18 aprile 2019 - Week-end di Pasqua soleggiato. Il video per l'escursionista
L'alta pressione sull'Italia regalerà un fine settimana di Pasqua in gran parte ...

18 aprile 2019 - Un flash mob per il clima
Ieri mattina è stato organizzato un flash mob alla stazione ferroviaria di Porta...

12 aprile 2019 - Pericolo valanghe in aumento: fino a 3-Marcato
Dal pomeriggio di martedì il Piemonte è stato interessato da nuove precipitazion...

11 aprile 2019 - Weekend instabile e perturbato. Il video per l'escursionista
Il finesettimana sul Piemonte sarà caratterizzato dalla discesa di una fredda pe...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

19/04/2019 E' online il video bollettino valanghe per il fine settimana Pasquale 2019

18/04/2019 E' online il nuovo VIDEO sulla previsione meteorologica per il fine settimana di Pasqua 2019 sulle montagne piemontesi


21/12/2018 Avviato progetto MISTRAL per la realizzazione del portale della meteorologia italiana

06/07/2018 Realizzato un nuovo servizio di 'richiesta automatica dei dati idro-meteorologici orari'

30/10/2017 Disponibili nuovi OPEN DATA sul clima nella sezione dedicata


Approfondimenti » Clima » Annali » Guida alla lettura_BDMeteorologica
 

Guida alla lettura dei dati della Banca Dati Meteorologica

La Banca Dati Meteorologica permette di consultare dati relativi ad una stazione di rilevamento per volta, in base alla provincia di appartenenza, al bacino idrografico in cui ricade, ai parametri misurati ed alla quota altimetrica di riferimento.
Una dettagliata anagrafica descrive l’esatta ubicazione del sito selezionato, specificando: quota, comune, bacino, località, coordinate geografiche.


Per ogni stazione è possibile consultare i valori aggregati giornalieri, mensili e, quando è presente il pluviometro, le elaborazioni dei valori di massima intensità di precipitazione.
 

Per una corretta interpretazione dei dati, si elencano di seguito i parametri utilizzati con le rispettive unità di misura.



VALORI AGGREGATI GIORNALIERI

Temperatura dell'aria: valori giornalieri di T media, T massima e T minima (°C).

Precipitazione: si forniscono due valori aggregati giornalieri di precipitazione:
1) valore totale giornaliero calcolato alle ore 9:00 (UTC) e relativo alle 24 ore precedenti;
2) valore totale giornaliero calcolato dalle ore 0:00 alle 24:00 (UTC) e relativo alle 24 ore precedenti.
Indicano l’altezza della pioggia caduta e dell’equivalente in acqua delle precipitazioni solide (mm). Il dato giornaliero di precipitazione registrato dalle stazioni poste a quota superiore ai 2.000 m, a causa dell’incertezza circa l’immediata fusione della neve, viene ritenuto critico. Ciò comporta l'omissione del totale mensile ed annuo, del relativo numero di giorni piovosi e delle precipitazioni di massima intensità.

A partire dall’anno 2016, ai dati di pioggia giornaliera viene applicato un criterio automatico di validazione, condiviso dalle Arpa nell'ambito del Sistema Nazionale di Protezione Ambientale, che incrocia il dato di pioggia con il valore della temperatura dell’aria e del funzionamento del riscaldatore del pluviometro. Qualora tale criterio non venga soddisfatto, i dati giornalieri di pioggia sono invalidati e temporaneamente non pubblicati; successivamente con il controllo manuale si valuta se recuperarli o meno.

Neve fresca: altezza della neve nelle ultime 24 ore, misurata alle ore 8:00 locali (cm). Dato disponibile, per la stazioni automatiche, dall’anno 2000 in avanti.

Neve al suolo: altezza della neve al suolo misurata alle ore 8.00 locali (cm). Dato disponibile, per la stazioni automatiche, dall’anno 2000 in avanti.

Neve altezza massima: altezza massima giornaliera, calcolata solamente per le stazioni automatiche fino all’anno 1999 (cm).


Radiazione globale: somma giornaliera della radiazione solare diretta e della radiazione globale diffusa nell'unità di superficie orizzontale (MJ/m2 ).

Velocità media: valore medio giornaliero della velocità del vento (m/s).

Raffica: massimo valore giornaliero campionato della velocità del vento (m/sec).

Durata Calma: numero di minuti al giorno con calma di vento (v < 0.3 m/sec).

Settore prevalente: direzione prevalente di provenienza del vento secondo una suddivisione in
sedici settori, come da tabella di decodifica:

 

 

CIFRA DI
RIFERIMENTO
 1    2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17
PROVENIENZA N NNE  NE  ENE  E    ESE  SE   SSE  S SSW  SW  WSW  W WNW NW NNW  CALMA DI VENTO

 

 

 

 

 

 

 

Tempo permanenza: numero di minuti al giorno in cui la direzione di provenienza del vento permane nel settore prevalente.

Durata Calma: numero di minuti al giorno con calma di vento (v < 0.3 m/sec).

 

 

 
VALORI AGGREGATI MENSILI

Temperatura dell'aria: valori di T media, T media dei massimi, T media dei minimi e temperature
estreme: T massima mensile e T minima mensile (°C).

Precipitazione: si forniscono due valori aggregati mensili di precipitazione:
1) cumulata mensile dei valori giornalieri (mm) calcolati dalle ore 9:00 alle ore 9:00 (UTC);
2) cumulata mensile dei valori giornalieri (mm) calcolati dalle ore 0:00 alle 24:00 (UTC).

Numero dei giorni piovosi: numero dei giorni nei quali il totale di precipitazione è >=1 mm.

Radiazione globale: somma mensile della radiazione solare diretta e della radiazione globale diffusa nell'unità di seperficie orizzontale (MJ/m2 ).

Velocità media del vento: valore medio mensile della velocità del vento (m/s) .

Raffica: massimo valore mensile rilevato della velocità del vento (m/sec).

Settore prevalente: direzione prevalente di provenienza del vento secondo una suddivisione in sedici settori, come da tabella di decodifica:

 

CIFRA DI
RIFERIMENTO
  1     2 3 4 5 6 7 8     9       10 11 12 13 14 15 16 17
PROVENIENZA  N  NNE  NE  ENE  E    ESE  SE   SSE  S  SSW  SW  WSW  W  WNW NW  NNW  CALMA DI VENTO

 

 

 

 

 

 

 

 

 


MASSIME PRECIPITAZIONI DELL’ANNO PER LE SEGUENTI DURATE:

10, 20, 30 minuti e 1, 3, 6, 12, 24 ore: i valori sono stati elaborati a partire dai dati rilevati dalle stazioni automatiche, aggregati al minuto e opportunamente corretti secondo le specifiche individuate in fase di calibrazione degli strumenti. Per queste elaborazioni la tabella riporta l’ora di fine evento.

1, 2, 3, 4, 5 giorni: precipitazioni di massima intensità dell’anno, elaborate per i vari periodi (1, 2, 3, 4, 5 giorni consecutivi), dalle ore 9:00 alle ore 9:00. Per queste elaborazioni la tabella riporta l’ora di fine evento.