Gestione del rischio di esondazione tramite l’integrazione dei sistemi transfrontalieri di previsione e prevenzione dei bacini idrografici alpini

Gestion des CRues par Intégration des Systèmes Transfrontaliers de prévision et de prévention des bassins versants Alpins

copertina CristalLa variabilità fisica e morfologica delle valli alpine e prealpine, insieme ai fattori antropici, costituisce la principale ragione di vulnerabilità al rischio idrogeologico di questi territori: precipitazioni intense e localizzate, maggiormente frequenti per i cambiamenti climatici in atto, possono produrre dissesti e piene improvvise ad elevata energia. In alcune vallate si aggiunge il problema della sicurezza delle vie di comunicazione che è ad oggi uno dei più sentiti sia su scala locale sia su scala nazionale ed europea.
L’osservazione e la previsione a brevissimo termine – nowcasting – di fenomeni estremi nelle vallate sono spesso difficili; infatti in ambiente montano la variabilità morfologica influenza a tal punto la variabilità del campo di precipitazione da vanificare spesso il vantaggio di costose reti di monitoraggio a terra ad elevata densità.
Con il progetto CRISTAL della programmazione Alcotra 2007 - 2013, nelle aree alpine transfrontaliere delle valli Roja e Vermenagna è ora operativo un sistema di monitoraggio e nowcasting condiviso che rappresenta un fondamentale progresso per la sicurezza dell’area di cooperazione.

ISBN 978-88-7479-101-9
Anno di pubblicazione: 2011
Scarica la pubblicazione (4.8 Mb)
DISPONIBILE COPIA CARTACEA
Testo a fronte in francese

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it