Precipitazioni molto intense sul Piemonte orientale. I dati e le previsioni per le prossime ore

21 ottobre 2019

La profonda depressione centrata sulla Spagna continua ad apportare intensi flussi umidi sciroccali sulla regione. La persistenza della struttura meteorologica ha determinato precipitazioni molto intense sulla fascia orientale della regione, con rovesci temporaleschi sulle zone appenniniche.

Le precipitazioni sono state a carattere continuo sul settore settentrionale, con valori cumulati nelle ultime 12 ore fino a 110 mm nel verbano, 90 mm nell'alto vercellese e valori tra 40 mm e 60 mm nelle altre zone lungo l'arco alpino. Precipitazioni a carattere di rovescio e temporalesco lungo lo spartiacque con la Liguria e nel basso alessandrino.

Fiumi

Nelle ultime dodici ore si sono registrati incrementi dei livelli dei corsi d'acqua del reticolo secondario nella zona meridionale al confine con la Liguria in particolare i due rami della Bormida, di Spigno e di Millesimo, dove si sono raggiunti valori significativi prossimi ai livelli di guardia. I forti rovesci nel savonese hanno determinato un innalzamento repentino del livello del torrente Erro che ha raggiunto il livello di guardia. Nella parte settentrionale della regione, nei bacini di Toce e Sesia, si sono avuti incrementi significativi, in particolaresi sono avvicinati ai livelli di guardia lo Strona di Omegna all'idrometro di Gravellona (VB), il San Bernardino a Santino (VB), il Sesia a Borgosesia (VC) e il Sessera a Pray (BI).
Il lago Maggiore e il lago d’Orta continuano a salire con incrementi rispettivamente di 25 cm e 10 cm in 6 ore.

Previsioni

Le forti correnti di scirocco continueranno a interessare la nostra regione anche nella giornata odierna con precipitazioni che, dopo una breve pausa nelle prima parte della mattinata, torneranno ad intensificarsi in particolare sulla parte settentrionale della regione tra le provincie di Biella, Verbania, alto vercellese e novarese.
Le precipitazioni saranno più persistenti sul verbano con valori forti e molto forti dal pomeriggio.
Altrove i fenomeni saranno più discontinui anche se localmente si potranno verificare temporali forti, soprattutto nel cuneese al confine con la Francia e, nel tardo pomeriggio ed in serata, sulle zone di astigiano ed alessandrino al confine con la Liguria.
La quota delle nevicate sulle Alpi si manterrà sempre oltre i 2700-2800 m.

Si prevede un ulteriore incremento dei livelli dei corsi d'acqua dei bacini di Toce, Sesia, dove, lungo il reticolo secondario, si potranno raggiungere i livelli di guardia nel tardo pomeriggio-sera. I livelli dei fiumi principali rimarranno al di sotto o prossimi ai livelli di guardia, mentre il reticolo minore potrà registrare locali superamenti dei livelli di guardia. Il lago Maggiore e il lago di Orta continueranno a innalzarsi progressivamente avvicinandosi ai livelli di guardia nella tarda serata. Sono attesi inneschi poco diffusi di frane superficiali su Verbano-Cusio-Ossola, mentre sono attesi inneschi isolati nel biellese, sulle colline del monferrato e dell'alessandrino e sull'Appennino.

 

 

 

 

 

 

Abbiamobisognodite

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it