Negli ultimi tre giorni caduti fino a 20 cm di neve in pianura e punte di 90 cm sulle Alpi

3 gennaio 2021

Sui settori alpini del Piemonte nelle ultime 72 ore sono caduti a 2000m di quota circa 40-55cm sulle Alpi Lepontine,
50-80cm con punte di 90cm su Alpi Pennine e Graie, 30-50cm con punte di 65cm sulle Alpi Cozie, 40-60cm su Alpi Marittime e Liguri.
La quota neve è stata relativamente bassa, dapprima fino a quote di pianura con qualche cm di neve fino a 200-300m circa
per poi salire fino a 500-700m dal pomeriggio di sabato. Apporti di 10-20cm sulle pianure del cuneese e 30-40cm sulle
zone dell'Appennino oltre i 600-800m.


In tutti i settori alpini si registrano valanghe spontanee di medie e grandi dimensioni, localmente di dimensioni molto grandi soprattutto
sulle Alpi Pennine.
Nei settori più interessati dalle nevicate permane la possibilità di eventi valanghivi che potrebbero raggiungere le zone i fondovalle
e causare l'interruzione della viabilità. Si consiglia il monitoraggio dei siti valanghivi non ancora scaricatisi.

Le escursioni in ambiente innevato sono fortemente limitate ed è richiesta una grande capacità di valutazione del pericolo valanghe
per la diffusa presenza di nuovi lastroni soffici anche di spessore considerevole già nelle zone in prossimità del limite del bosco
e nelle radure.

Queste abbondanti nevicate hanno determinato uno spessore di neve al suolo generalmente superiore ai valori medi del periodo nella maggior parte dei settori.

archiviato sotto: , , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it