L'ambiente si protegge anche cantando

15 settembre 2016

Due personaggi DOtto e SOLe, un pentagramma e poi fiabe e filastrocche hanno coinvolto in breve tempo oltre 700 bambini e più di 400 insegnanti.
Musica d’Ambiente è un progetto che nasce dall’idea di trasferire ai bambini concetti che fondono l’etica con l’ambiente attraverso il suono e il canto.

La convenzione con l'Ufficio Scolastico Regionale 

A partire da questa iniziativa è stata sottoscritta una convenzione tra l'Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e Arpa Piemonte con cui si impegnano a collaborare nell’attuazione di un programma comune a favore delle scuole di ogni ordine e grado del Piemonte. Le finalità dell'accordo mirano a promuovere iniziative di sensibilizzazione, educazione e informazione rivolte a studenti e insegnanti sulla sostenibilità ambientale, sulla qualità dello sviluppo, sulla cittadinanza attiva e sul rapporto tra scuola e territorio.

Musica d’Ambiente è stato accolto con grande entusiasmo in ambito scolastico e ne è nato un corso di formazione per insegnanti con l'obiettivo di renderli parte autonoma e trasferire loro quante più competenze possibili in modo che possano utilizzare i materiali creati dall'Agenzia ai propri alunni. 
Grazie a questo scopo e alle innovative e positive finalità educative, il corso ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte ed è in fase di accreditamento.
Dai primi passi mossi nelle province di Biella e del Verbano Cusio Ossola il corso prossimamente toccherà Novara e Torino con l'intento di diffonderlo in tutto il Piemonte.

Il jingle

Da questa esperienza è nato anche il jingle dell’Arpa, ideato e realizzato “in casa” con la partecipazione dell’Istituto comprensivo Ferraris di Vercelli.

Il progetto in sintesi

Copertina

Le filastrocche infantili divertono i bambini (e non solo) anche in mancanza di un significato definito; tale soddisfazione si associa al piacere per il gioco ritmico-fonico. La musica perciò, pur non potendo veicolare significati semantici con le modalità e le caratteristiche del linguaggio verbale, può evocare stati mentali, fungendo da attivatrice di buone pratiche.
Attraverso un percorso polisensoriale informazioni anche complesse vengono ritenute dai piccoli e, come semi, cresceranno negli anni.

In questo senso il progetto coglie la sfida proposta dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti con la campagna di comunicazione “Nativi ambientali” e di introdurre l'educazione ambientale come materia di insegnamento. L’iniziativa nazionale è dedicata alla tutela dell’ambiente e nasce con l’obiettivo di stimolare i comportamenti virtuosi dei cittadini, partendo da una prospettiva nuova: le generazioni future dovranno crescere in una società dove le buone pratiche ambientali dovranno essere totalmente istintive. 

Per aderire al progetto

Arpa organizza un corso di formazione specifico, destinato agli insegnanti delle scuole primarie del Piemonte. Gli istituti comprensivi interessati possono scrivere a musicadambiente@arpa.piemonte.it
Consulta la scheda

La documentazione

Suoni, spartiti, filastrocche appositamente realizzate per Musica d’Ambiente sono scaricabili dal sito

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it