Allerta per neve. Aggiornamento delle h.15

16 marzo 2016

Un nucleo freddo, associato ad una circolazione depressionaria attualmente centrata a ridosso dell’arco alpino occidentale, convoglia intense correnti umide orientali sulla nostra regione e determina maltempo diffuso fino alla serata odierna.

Nelle ultime 24 ore oltre i 1000 m sulle Alpi Lepontine gli apporti nevosi sono di 50-60 cm di neve fresca con picco a Camparient (BI) di 65 cm, e 25-35 cm sui rimanenti settori alpini. La neve sta cadendo anche sulle pianure occidentali e settentrionali: alle 14:30 Torino Giardini Reali registra circa 5 cm di neve, Cuneo Cascina Vecchia circa 15 cm.

La quota delle nevicate è attesa ovunque in rialzo fino ai 600-800 m, ad eccezione del cuneese dove si manterrà tra i 300 m ed i 500 m. Dalle prime ore della giornata di domani le precipitazioni andranno esaurendosi a partire da est, con fenomeni residui nel corso della mattinata tra torinese e cuneese, dove la quota delle nevicate andrà progressivamente portandosi intorno ai 600-700 m. Nelle prossime 24 ore, in considerazione della persistenza dei fenomeni su questi settori, sono attesi accumuli di nuova neve fresca al suolo intorno ai 50-60 cm nelle vallate alpine occidentali e sudoccidentali. A Torino le nevicate saranno a carattere nevoso solo in alta collina dal tardo pomeriggio odierno, a Cuneo sono invece attesi ancora accumuli intorno ai 25-30 cm fino alla mattinata di domani.

Permane l’allerta arancione sul cuneese e gialla sul settore nordoccidentale e pianura del torinese. Le nevicate in corso aumentano il grado di pericolo valanghe a 3-MARCATO sui settori settentrionali. Sui restanti settori, ed in particolare sui quelli prealpini e sul cuneese, dove l'attività valanghiva spontanea si intensificherà nel pomeriggio, con numerosi distacchi prevalentemente a lastroni di medie dimensioni e, in singoli casi di grandi dimensioni, il grado di pericolo valanghe arriverà a 4-FORTE. In tutti i settori alpini è possibile provocare il distacco di valanghe a lastroni già al passaggio del singolo sciatore.

pericolo valanghe 17032016

La neve potrà causare disagi alla viabilità e possibili interruzioni nelle forniture dei servizi; nelle aree interessate dalle nevicate, si raccomanda di limitare gli spostamenti e di prestare la massima prudenza nella guida di autoveicoli.

Si consiglia di seguire gli aggiornamenti sull’evoluzione della situazione meteorologica sul sito web dell’Agenzia e seguire l’hashtag #allertameteoPIE sul canale twitter dell’Agenzia @ArpaPiemonte.

archiviato sotto: , , , , , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it