Progetto MEDHISS

ultima modifica 9 agosto 2017

PROGETTO LIFE12 ENV/IT/000834Mediterranean Health Interview Survey Studies:
long term exposure to air pollution and health and surveillance

SCHEDA Arpa del progetto

Il Progetto LIFE MED HISS (http://www.medhiss.eu/) è un progetto pilota che vuole dimostrare la fattibilità e l’economicità di un sistema di sorveglianza europeo per monitorare gli esiti avversi di salute per esposizioni di lungo periodo all’inquinamento atmosferico (effetti a lungo termine).
Il progetto ha visto l’avvio nel mese di luglio 2013 ed Arpa Piemonte ne è stato il coordinatore progettuale, con un gruppo di lavoro composto di 6 partner appartenenti 4 diverse nazioni: Italia, Francia, Spagna e Slovenia (http://www.minambiente.it/pagina/progetti-life-2012).
MED HISS (http://www.medhiss.eu/) ha posto le sue basi sull’esperienza dello studio EpiAir che ha proposto l’implementazione in Italia di un sistema di sorveglianza, fornendo i primi risultati sugli effetti a breve termine dell'inquinamento atmosferico, su una popolazione suscettibile (Presentazione del progetto EpiAir e guida alla lettura degli articoli, Cadum E, Forastiere F: http://www.epiprev.it/attualit%C3%A0/presentazione-del-progetto-epiair-e-guida-alla-lettura-degli-articoli).
Gli effetti a lungo termine dell’inquinamento atmosferico sono poco conosciuti proprio nelle aree più inquinate d’Europa, cioè l’area del Mediterraneo: non esistono sistemi di sorveglianza e di monitoraggio in grado di studiarli e gli studi pubblicati fin ad ora sono rappresentativi solamente di alcuni contesti quali, ad esempio, i centri urbani.

l carattere innovativo di MEDHISS è rappresentato dalla modalità di reclutamento delle coorti residenziali, ricavate dai dati delle indagini nazionali sullo stato di salute della popolazione, attraverso la compilazione di un modulo europeo (Indagine multiscopo sulle famiglie Aspetti della vita quotidiana in Italia http://schedefontidati.istat.it/index.php/Indagine_multiscopo_sulle_famiglie_Aspetti_della_vita_quotidiana): i dati relativi alle popolazioni possono essere messi in relazione con i flussi sanitari disponibili (ad esempio mortalità e dimissioni ospedaliere), per ottenere dati di follow-up relativi alla salute delle popolazioni, rapportata all'esposizione all’inquinamento.
Un altro punto di innovazione è rappresentato dalla possibilità di valutare in modo accurato l’esposizione delle popolazioni, partendo dai modelli di stima della concentrazione degli inquinanti disponibili sul territorio nazionale e ponendo particolare attenzione alla valutazione dell’esposizione dei soggetti (exposure assessment). Le stime di effetto ottenute da MED HISS (http://www.medhiss.eu/node/95), ossia il rischio di esiti avversi di salute per esposizioni di lungo periodo all’inquinamento atmosferico in Italia, sono risultate in linea con la letteratura, confermando l’opportunità di mettere a punto programmi di sorveglianza sanitaria.

I risultati del progetto MED HISS hanno contribuito allo sviluppo delle attività a supporto del Piano regionale di Qualità dell’Aria della Regione Piemonte (PRQA)(http://www.regione.piemonte.it/ambiente/aria/piano_regionale.htm). È stata proposta l’applicazione della metodologia MED HISS (http://www.medhiss.eu/sites/default/files/program_201607_turin.pdf) agli scenari di Piano, valorizzando i risultati modellistici ad integrazione degli scenari emissivi più aggiornati con la finalità di ottenere approfondimenti anche sull’impatto economico dell'inquinamento atmosferico. Questo aspetto del lavoro ha beneficiato dell’esperienza del progetto Metodi per la Valutazione Integrata dell'impatto Ambientale e Sanitario dell'inquinamento atmosferico (VIIAS). 

Hanno fatto parte del progetto:

  • Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo economico sostenibile (ENEA) (https://met.sspt.enea.it/projects/med-hiss)
  • Servizio Sovrazonale di Epidemiologia della ASL TO3 (SEPI) (http://www.regione.piemonte.it/sanita/cms2/epidemiologia/nodi-della-rete) di Torino
  • ISGlobal, Centre for Research in Environmental Epidemiology (CREAL) (http://www.creal.cat/) di Barcellona
  • Université Pierre et Marie Curie (UPMC) (http://www.upmc.fr/) insieme con l’Institut National de la Santé et de la recherche médicale (INSERM) (https://www.inserm.fr/) di Parigi
  • Nacionalni Institut za Javno Zdravje (NIJZ) (http://www.nijz.si/en) di Lubiana in Slovenia

ARPA Piemonte da ottobre 2016 è partner del progetto LIFE15 IPE/IT/000013 PREPAIR - Po regions engaged to policies of air (http://www.arpa.piemonte.it/approfondimenti/progetti/SchedaProgettoPREPAIR), volto ad identificare le azioni maggiormente efficaci in termini di riduzione dell’inquinamento atmosferico a livello di bacino aerologico Padano.

MEDHISS (http://www.medhiss.eu/) si è concluso nel mese di dicembre 2016.

Il progetto prevede un’attività di comunicazione per i successivi 5 anni dalla fine del progetto, che avverrà principalmente attraverso l’aggiornamento periodico del sito internet www.medhiss.eu.

 Ulteriori informazioni:

www.minambiente.it/pagina/programma-life-2007-2013
http://ec.europa.eu/environment/life/project/Projects/index.cfm?fuseaction=search.dspPage&n_proj_id=4518

archiviato sotto:

 

Abbiamobisognodite

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it