Centro funzionale
Notizie

19 ottobre 2021 - Raggiunti i 36 giorni di superamento del limite di 50 microgrammi/m3 di PM10 a Torino
Nella giornata di ieri, 18 ottobre 2021, la stazione da traffico di Torino Rebau...

19 ottobre 2021 - Inquinamento nel bacino padano: resoconto della conferenza Life Prepair di Venezia
A Venezia, il 6 e il 7 ottobre scorsi, si è svolta la Miterm Conference di LIFE ...

16 ottobre 2021 - Villastellone, pubblicata la relazione sulla qualità dell'aria
E' stata pubblicata la relazione conclusiva relativa alla campagna di monitoragg...

14 ottobre 2021 - SARS-CoV-2 nelle acque reflue: è ora possibile individuare le varianti
La continua comparsa di nuove varianti di SARS-CoV-2 richiede un’attenta attivit...

14 ottobre 2021 - Controllo dei pellet in vendita: i risultati della campagna 2021
Il riscaldamento domestico che utilizza biomassa legnosa rappresenta uno dei pri...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

14/05/2021 E' online il video con le indicazioni di carattere generale per le escursioni primaverili

19/03/2020 E' on-line il nuovo VIDEO sulla previsione meteorologica per il fine settimana del 21-22 marzo 2020


19/11/2019 Disponibile il Rendiconto nivometrico della stagione invernale 2018/2019


Tematismi » Neve » Incidenti da valanga
 

La struttura 'Idrologia ed effetti al suolo' di Arpa Piemonte svolge il monitoraggio degli incidenti da valanga con il supporto del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, del Collegio Regionale delle Guide Alpine e del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico.

Appena ricevuta la segnalazione di incidente, vengono eseguite indagini di terreno per analizzare il manto nevoso, raccogliere documentazione fotografica e informazioni sulla dinamica dell'incidente. La quantità e la qualità delle informazioni sono variabili caso per caso e direttamente proporzionali alla tempestività della segnalazione.

I dati ottenuti vengono elaborati anche a fini statistici, relativamente a tutto l’arco alpino italiano dall'AINEVA e presentati agli incontri annuali della Cisa-Ikar.

Le relazioni sui singoli incidenti, possono essere un valido aiuto per chi pratica attività scialpinistica sensu latu (sci alpinisti, snowboarders, ciaspolari) per comprendere meglio le condizioni nivologiche, ambientali e i fattori umani predisponenti i diversi incidenti (tipo di neve, stratigrafia, segnali dell'ambiente, vento, temperature, comportamento nella conduzione della escursione su pendii innevati, etc.).