Centro funzionale
Notizie

15 febbraio 2019 - Zero termico elevato, attenzione al pericolo valanghe nelle ore più calde
Dopo le nevicate di inizio febbraio e le condizioni ancora instabili a inizio se...

14 febbraio 2019 - Weekend all'insegna del bel tempo sul Piemonte. Il video per l’escursionista
Un anticiclone di origine africana centrato sull'Europa occidentale garantisce u...

13 febbraio 2019 - Intervento di Arpa nel Torrente Cervetto di Vercelli
Nella mattinata di oggi Arpa Piemonte è intervenuta in seguito a una segnalazion...

11 febbraio 2019 - Superati a Torino i 35 giorni di superamento del valore limite di 50microgrammi/m3 per il PM10
Sabato 9 febbraio la stazione da traffico di Torino Rebaudengo – una delle più c...

8 febbraio 2019 - Nel fine settimana pericolo valanghe 3-marcato sui settori occidentali e meridionali
Al termine delle intense nevicate dello scorso fine settimana sono stati registr...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

15/02/2019 E' online il video bollettino valanghe per il fine settimana del 16-17 Febbraio 2019

14/02/2019 E' online il nuovo VIDEO sulla previsione meteorologica per il fine settimana del 16-17 Febbraio 2019 sulle montagne piemontesi


21/12/201 Avviato progetto MISTRAL per la realizzazione del portale della meteorologia italiana

06/07/2018 Realizzato un nuovo servizio di 'richiesta automatica dei dati idro-meteorologici orari'

30/10/2017 Disponibili nuovi OPEN DATA sul clima nella sezione dedicata


Tematismi » Neve » Dati neve » Rete meteo idrografica
 

 

 MAPPA RETE METEOIDROGRAFICA DI ARPA PIEMONTE

Tutti i sensori
Seleziona solo i sensori di:
Livello idrometrico Precipitazione Temperatura Radiazione solare Vento Altezza neve Umidità Pressione

La rete Meteo-idrologica automatica di Arpa Piemonte, la cui realizzazione è stata avviata nel 1988, è oggi costituita da oltre 400 stazioni di rilevamento in teletrasmissione ed in tempo reale. Di queste, 77 sono dotate di nivometro a ultrasuoni che misura l'altezza del manto nevoso (Hs) con cadenza semioraria.

Il nivometro a ultrasuoni è costituito da una coppia di trasduttori ultrasonici in aria che misurano il tempo di percorrenza dell’impulso dalla trasmissione alla ricezione, dopo essere stato riflesso dalla superficie del manto nevoso. Tale valore viene compensato con il dato di temperatura dell’aria, con margine di incertezza di ±1.5 cm, tollerato fino a ± 4 cm. Questo significa che si possono avere range di misura di ± 5.5 cm e, nonostante la compensazione, il grafico delle Hs può riportare oscillazioni anche di 10 cm.

La verifica seguita dai nivologi serve per confermare il dato delle ore 08.00 locali, mentre sui dati orari non è possibile eseguire modifiche. Essi quindi risultano essere non validati e l'utilizzo degli stessi richiede una verifica di significatività.

 

Nonostante le difficoltà di interpretazione i dati orari sono molto importanti durante eventi di precipitazioni nevose, perchè permettono di seguire l'andamento delle variazioni di spessori del manto nevoso in funzione dell'intensità delle precipitazioni stesse.

 

E' possibile visualizzare i dati anche sul Sistema Informativo Geografico di Arpa (Geoportale http://webgis.arpa.piemonte.it/meteoidro_webapp/ )

 

La sezione sottostante permette la consultazione i dati orari, riferiti agli ultimi 7 giorni di osservazione, di una o più stazioni.

Attraverso una serie di menu a tendina è possibile scegliere il parametro e la stazione che si desidera monitorare in base alla provincia di appartenenza, al bacino idrografico di competenza ed alla quota altimetrica di riferimento.

 

Si precisa che i dati non sono validati e quindi è necessaria una verifica di significatività ed un cauto utilizzo.

 

Altezza manto nevoso Altri parametri Anagrafica stazioni