Centro funzionale
Notizie

21 maggio 2018 - Allerta gialla per precipitazioni intense sul settore appenninico
Il posizionamento di un minimo sul Golfo Ligure determina rovesci intensi e loca...

19 maggio 2018 - Confermata allerta gialla per temporali
Un minimo barico in quota è in discesa dalla Germania verso il settore settentri...

18 maggio 2018 - Allerta gialla nel fine settimana per temporali
La progressiva discesa di una moderata circolazione ciclonica dal Mare del Nord ...

17 maggio 2018 - Weekend all’insegna dell’instabilità. Il video per l’escursionista
Il nordovest italiano rimane in un contesto debolmente ciclonico che favorisce c...

16 maggio 2018 - Sopralluogo sul torrente Cervo per presenza di schiuma
Nella mattinata del 14 maggio scorso, a seguito di diverse segnalazioni pervenut...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

17/05/2018 E' online il nuovo VIDEO sulla situazione meteorologica per il Weekend sulle montagne piemontesi


20/04/2018 E' online l'ultimo video sulle condizioni nivo-valanghive in Piemonte per il weekend del 21-22 Aprile 2018

15/11/2017 Consultabile il 'Rendiconto nivometrico' della stagione invernale 2016-2017

30/10/2017 Disponibili nuovi OPEN DATA sul clima nella sezione dedicata >

08/09/2017 Disponibili gli ultimi aggiornamenti della Banca Dati Meteorologica e della Banca Dati Idrologica


Rischi » Valanghe » Pericolo valanghe » Innevamento
 

Testo aggiornato: 18-05-2018, entro le ore 16:00

Dopo le condizioni perturbate dello scorso weekend, la settimana è stata caratterizzata da una spiccata variabilità, con precipitazioni sparse a partire da metà giornata, nevose solo oltre i 2600m, localmente a carattere temporalesco. I quantitativi di nuova neve registrati nel corso della settimana a 2500m di quota ammontano a: 15-20cm su A. Cozie Sud e A. Marittime, 10-15cm su A. Lepontine e A. Cozie Nord e 5cm sui restanti settori. Le nevicate sono state accompagnate da venti moderati in quota, generalmente dai quadranti orientali, che hanno determinato il rimaneggiamento della neve al suolo soprattutto oltre i 2700m di quota. L’innevamento, sopra i 2500m, risulta ancora superiore alla media del periodo in tutti i settori ed è generalmente continuo solo oltre i 1700-1900m sui versanti nord e i 2000-2400m sui versanti soleggiati.

 

Le immagini mostrano la distribuzione della quantità di neve statisticamente stimata a partire dai dati della rete nivometrica sulle aree alpine, corrispondenti ai settori alpini del bollettino valanghe. Nelle altre aree sono visualizzati i valori puntuali.
Da sinistra a destra le immagini riportano l'altezza della neve al suolo, l'altezza della neve fresca -caduta nelle ultime 24 ore- e la somma dei valori di neve fresca misurata negli ultimi 3 giorni.