Centro funzionale
Notizie

21 ottobre 2021 - Monitoraggio acque sotterranee – piezometri e pozzi Solvay (aree interne ed esterne): composti organoalogenati
Interno stabilimento A giugno 2021, all’interno dello stabilimento, nel livello ...

20 ottobre 2021 - Le emissioni di polveri sottili dalla combustione delle biomasse. La differenza tra le classi di qualità delle stufe
Alcuni giorni fa Arpa Piemonte ha pubblicato i risultati della campagna di contr...

19 ottobre 2021 - Raggiunti i 36 giorni di superamento del limite di 50 microgrammi/m3 di PM10 a Torino
Nella giornata di ieri, 18 ottobre 2021, la stazione da traffico di Torino Rebau...

19 ottobre 2021 - Inquinamento nel bacino padano: resoconto della conferenza Life Prepair di Venezia
A Venezia, il 6 e il 7 ottobre scorsi, si è svolta la Miterm Conference di LIFE ...

16 ottobre 2021 - Villastellone, pubblicata la relazione sulla qualità dell'aria
E' stata pubblicata la relazione conclusiva relativa alla campagna di monitoragg...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

14/05/2021 E' online il video con le indicazioni di carattere generale per le escursioni primaverili

19/03/2020 E' on-line il nuovo VIDEO sulla previsione meteorologica per il fine settimana del 21-22 marzo 2020


19/11/2019 Disponibile il Rendiconto nivometrico della stagione invernale 2018/2019


Glossario » P » PIOGGIA
 

Glossario

PIOGGIA

La pioggia, costituita da gocce d’acqua che cadendo dalle nuvole raggiungono il suolo, si genera dalla condensazione del vapore acqueo che forma la nuvola, quando tale condensazione arriva a generare goccioline e cristalli troppo grandi per poter continuare a rimanere sospese nell’aria, e che quindi, senza più riuscire a galleggiare all’interno della nuvola, precipitano al suolo per la forza di gravità, come idro-meteore.

Naturalmente le idrometeore possono avere forma diversa, a seconda della temperatura dell’aria, e quindi raggiungere il suolo sottoforma di neve, pioggia o grandine. Si può dire che quasi sempre le idrometeore cadono dalla nuvola in forma di cristallo di ghiaccio (fiocco di neve) e scendendo verso il suolo incontrano strati d’aria progressivamente più caldi che le fondono in acqua liquida (pioggia).
Talvolta (in condizioni particolari) la precipitazione invece non riesce neanche a raggiungere il suolo, perché le idrometeore, cadute dalla nuvola, evaporano (o sublimano) negli strati intermedi dell’atmosfera, prima di toccare terra: e quindi non si ha nessuna precipitazione al suolo!
 
A seconda dell’intensità della pioggia (quanta pioggia cade in un certo intervallo di tempo), si definiscono specifiche scale di valori per distinguere tra precipitazioni deboli, moderate o forti, o anche molto forti.