Centro funzionale
Notizie

27 novembre 2014 - Weekend perturbato, con neve in montagna solo in alta quota
Nel fine settimana il cielo sarà grigio, con precipitazioni che in montagna ...

25 novembre 2014 - Pubblicato il rapporto tecnico dell'evento del 9-17 novembre 2014
Il periodo che va dal 9 ottobre fino al 15 novembre 2014 è stato caratterizz...

24 novembre 2014 - L'importanza della conoscenza del proprio territorio nelle emergenze
Gli eventi alluvionali che hanno interessato ripetutamente il Piemonte nei m...

21 novembre 2014 - Il portale sullo Stato dell’Ambiente in Piemonte
Il 22 ottobre scorso è stato presentato lo Stato dell’Ambiente in Piemonte 2...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery

Novità nel sito

19/11/2014 Da oggi l'analisi meteorologica cambia look, con nuove immagini e contenuti. Consulta la nuova versione nella sezione relativa alle analisi.

13/11/2014 E' on line il nuovo VIDEO sul rendiconto nivometrico per la stagione 2013 - 2014


27/11/2014 Non perdetevi il nuovo VIDEO aggiornato con le previsioni meteo per il weekend del 29 - 30 novembre 2014!


23/04/2014 Disponibile il VIDEO conclusivo sulle condizioni di innevamento e il pericolo valanghe, con alcune indicazioni di carattere generale utili per affrontare le escursioni nel periodo tardo primaverile.


13/01/2014 Meteo per i siti web. Aggiornati i widget con le previsioni meteo : più icone per un maggior dettaglio sulla regione.


Approfondimenti » Meteo » Strumenti di osservazione
 

Il monitoraggio delle condizioni atmosferiche avviene attraverso strumenti di misura convenzionali (rete di stazioni di misura a terra, anche con l’utilizzo di sensori innovativi, radiosondaggi, misure da aereo, da nave, da boe…) e non (satelliti, radar meteorologici, windprofiler, profilatori di temperatura…). Anche l'utilizzo di stazioni portatili è importante perchè consente l'effettuazione di campagne di misura specifiche. L’analisi integrata dei dati misurati rappresenta uno dei temi fondamentali delle attività di meteorologia, perché consente di fare una “fotografia” delle condizioni dell’atmosfera, a partire dalle quali, con l’ausilio di modelli meteorologici e basandosi sulle proprie conoscenze ed esperienze, il meteorologo formula le previsioni per i giorni successivi. Il monitoraggio è indispensabile anche per le attività di sorveglianza dei fenomeni intensi e per la previsione a brevissimo termine della loro evoluzione.