Centro funzionale
Notizie

7 aprile 2020 - Protocollo antismog: i dati dal 1 ottobre 2019 al 31 marzo 2020
Anche per l’inverno appena trascorso la Regione Piemonte ha adottato, con Delibe...

1 aprile 2020 - La qualità dell’aria in Piemonte durante l’emergenza coronavirus
Dopo l’analisi effettuata per la città di Torino e riportata nella notizia del 1...

29 marzo 2020 - In arrivo piogge diffuse e nevicate in montagna con quota neve in progressivo calo
Nel pomeriggio odierno la discesa di una saccatura polare dalla Scandinavia vers...

24 marzo 2020 - Pubblicati i primi dati del 2019 sulla qualità dell’aria a Torino e provincia
 "Uno sguardo all'aria" curato da Città Metropolitana di Torino e da Arpa Piemon...

Pubblicazioni
Accesso ai dati
Approfondimenti
Media gallery
Meteo per i siti web
FAQ

Novità nel sito

13/03/2020 E' online il video con le attività del Servizio Nivologico di Arpa Piemonte durante l'emergenza sanitaria

19/03/2020 E' on-line il nuovo VIDEO sulla previsione meteorologica per il fine settimana del 21-22 marzo 2020


19/11/2019 Disponibile il Rendiconto nivometrico della stagione invernale 2018/2019


Approfondimenti » Meteo » Fenomeni e parametri meteo » Pioggia
 

Pioggia

La pioggia, costituita da gocce d’acqua che cadendo dalle nuvole raggiungono il suolo, si genera dalla condensazione del vapore acqueo che forma la nuvola, quando tale condensazione arriva a generare goccioline e cristalli troppo grandi per poter continuare a rimanere sospese nell’aria, e che quindi, senza più riuscire a galleggiare all’interno della nuvola, precipitano al suolo per la forza di gravità, come idro-meteore.

Naturalmente le idrometeore possono avere forma diversa, a seconda della temperatura dell’aria, e quindi raggiungere il suolo sottoforma di neve, pioggia o grandine. Si può dire che quasi sempre le idrometeore cadono dalla nuvola in forma di cristallo di ghiaccio (fiocco di neve) e scendendo verso il suolo incontrano strati d’aria progressivamente più caldi che le fondono in acqua liquida (pioggia).
Talvolta (in condizioni particolari) la precipitazione invece non riesce neanche a raggiungere il suolo, perché le idrometeore, cadute dalla nuvola, evaporano (o sublimano) negli strati intermedi dell’atmosfera, prima di toccare terra: e quindi non si ha nessuna precipitazione al suolo!
 
A seconda dell’intensità della pioggia (quanta pioggia cade in un certo intervallo di tempo), si definiscono specifiche scale di valori per distinguere tra precipitazioni deboli, moderate o forti, o anche molto forti (vedi tabella).
 
 
 
Scale di piovosità
Intensità della pioggia mm/6h mm/12h mm/24h
Debole 0÷5 0÷10 0÷15
Moderata 5÷15 10÷30 15÷45
Forte 15÷30 30÷60 45÷90
Molto Forte >30 >60 >90