Produzione di rifiuti speciali e industriali

DPSIR Pressione
Descrizione L’indicatore misura la quantità di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi che vengono prodotti annualmente sul territorio in esame
Riferimento normativo
DLgs 152/06 s.m.i., DLgs 205/10
Obiettivi normativi Il DLgs 152/06, art.180, afferma che devono essere promosse in via prioritaria la prevenzione e la riduzione della produzione e della nocività dei rifiuti
Fonte dati Arpa Piemonte - Catasto Rifiuti
Unità di misura migliaia di tonnellate/anno (t*1000/a), t/abitante*anno
Copertura temporale 2002 - 2010
Commenti

Le carte, riferite alla produzione totale di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, evidenziano come la produzione di tale tipologia di rifiuti sia concentrata essenzialmente nei comuni a presenza industriale più elevata quali Villar Perosa, Pinerolo e Airasca. Nel calcolo sono compresi i rifiuti inerti provenienti da costruzioni e demolizioni. Nelle rappresentazioni del 2002 e 2010 è rilevabile come sia diminuita la produzione dei rifiuti determinata da una minore produttività e chiusura di alcune aziende come es. nei comuni di Perosa Argentina, Villar Perosa e Airasca, mentre si nota un incremento nei comuni di Pinerolo e di Roletto dovuti rispettivamente alla realizzazione della nuova area industriale della “porporata” e ampliamento di quella artigianale.

Rifiuti speciali pericolosi
Rifiuti speciali industriali

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it