Guida alla lettura

Gli indicatori ambientali sono uno strumento per rappresentare in modo sintetico e standardizzato le informazioni e fornire un supporto conoscitivo alle politiche degli organismi centrali e periferici di governo, agli operatori economici e ai cittadini. Gli indicatori sono strumenti idonei a restituire e descrivere in forma sintetica ed efficace una situazione ambientale e il loro utilizzo è finalizzato a interpretare, sintetizzare e rendere nota una grande quantità di dati relazionati fra loro.

Selezione degli indicatori

Dalla banca dati disponibile in Arpa sono stati selezionati gli indicatori più significativi a evidenziare le tendenze evolutive dei fenomeni, favorire la comprensione delle correlazioni tra gli stessi e consentire un confronto tra dimensione locale e dimensione regionale o nazionale.
La selezione degli indicatori è stata effettuata in base a criteri di importanza, rappresentatività e misurabilità.
Importanza/Rappresentatività l'indicatore deve:
1.fornire un quadro sufficientemente rappresentativo del problema in esame
2.essere semplice, facile da interpretare e in grado di mostrare trend evolutivi nel tempo
3.essere sensibile ai cambiamenti indotti dalle attività antropiche
4.essere flessibile all'applicazione a contesti territoriali diversi
Misurabilità l'indicatore deve essere basato su dati:
1.facilmente disponibili o disponibili a costi ragionevoli
2.di qualità certa 
3.aggiornabili periodicamente  Mediante questi criteri sono stati selezionati gli indicatori più significativi in grado di cogliere gli aspetti peculiari di una problematica e di fornire un’informazione ambientale sufficientemente articolata.
Gli indicatori presentati sono coerenti con quelli individuati da Ispra e descritti nell’Annuario dei dati ambientali, in linea a loro volta con le indicazione dell’Agenzia Europea per l’Ambiente.

Il modello DPSIR

Gli indicatori ambientali scelti sono organizzati nelle categorie presenti nel modello delle informazioni ambientali DPSIR (Determinanti, Pressioni, Stato, Impatto, Risposte) - messo a punto dall’Agenzia Europea dell’Ambiente - che costituisce la più consolidata classificazione in uso nel campo della valutazione ambientale.
Le Determinanti (o Fonti di pressione) descrivono gli sviluppi sociali, demografici ed economici nella società e i corrispondenti cambiamenti negli stili di vita, nei livelli di consumo e di produzione complessivi. In altri termini sono le attività antropiche che hanno conseguenze ambientali: attività industriali, agricoltura, energia, ecc.
Le Pressioni descrivono le emissioni di sostanze, di agenti fisici e biologici, l’uso delle risorse e del terreno e in sintesi costituiscono gli effetti delle attività antropiche sull’ambiente: le sostanze rilasciate nell’ambiente, il consumo di risorse, ecc
Lo Stato rappresenta le condizioni ambientali e la qualità delle risorse in termini fisici, chimici, biologici.
Gli Impatti sono gli effetti dei cambiamenti sulla salute umana, sulla conservazione della natura.
Le Risposte sono le misure adottate da soggetti pubblici e privati per migliorare l’ambiente e per prevenire e mitigare gli impatti negativi.

Modello DPSIR

Scheda metadati

DPSIR
identifica la categoria di appartenenza dell’indicatore
Descrizione
descrive sinteticamente l’indicatore, specificando le finalità prioritarie delle informazioni in esso contenute

Riferimento normativo

riporta i riferimenti normativi (comunitari, nazionali, regionale) connessi all’indicatore
Obiettivi normativi
riporta gli eventuali obiettivi dalle normative vigenti precedentamente elencate
Fonte dati
specifica quale Ente/Organismo è il titolare e detentore dei dati
Unità di misura
specifica l'unità di misura con cui i dati vengono espressi
Aggiornamento indicatore
segnala l’anno dell’ultimo aggiornamento dell’indicatore, anche se i dati rilevati hanno una copertura temporale precedente
Copertura temporale
segnala l’intervallo temporale di riferimento dei dati presenti nella tabella dati
Commenti
eventuali commenti sull’indicatore o sui dati di popolamento e metodi di calcolo
archiviato sotto: ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it