Settimana del Pianeta Terra: Dalle Alpi all’Antartide, studiando gli effetti del cambiamento climatico

17 ottobre 2014

Il Clima sta cambiando. I dati ci dicono che la temperatura dell’aria aumenta più o meno in tutto il globo, i ghiacciai fondono, il livello degli oceani si sta alzando e l’incremento di intensità e frequenza dei fenomeni meteorologici estremi provoca danni sempre più ingenti.

Nelle Alpi gli effetti del cambiamento climatico sono particolarmente evidenti e per questo sono diventate il più grande ed avanzato laboratorio in cui studiare ciò che potrà succedere nel resto delle aree montane della Terra.
Anche il permafrost, il terreno permanentemente congelato, è sotto osservazione: è infatti considerato dall’Agenzia Europea dell’Ambiente un importante indicatore del cambiamento climatico in quanto la sua esistenza è strettamente legata a ciò che accade in atmosfera.

Arpa Piemonte ha installato una rete di monitoraggio del permafrost sulle Alpi piemontesi nel 2009, grazie al progetto europeo PERMANET, con l’obiettivo di osservarne l’evoluzione nel tempo e le relazioni con il dissesto, le risorse idriche e gli ecosistemi. Ed è nell’ambito di queste attività che l’Agenzia ha avuto la possibilità di partecipare al progetto internazionale “Permafrost and Climate Change” (Resp. Prof. M. Guglielmin, Università dell’Insubria) che nel corso della XXVI (2010-2011) e della XXVIII (2012-2013) Spedizione italiana in Antartide ha consentito di installare una stazione di monitoraggio del permafrost sull’isola di Signy (lat. 60°43′S, long. 45°36′W).

La rassegna di filmati dedicata alla Settimana del Pianeta Terra si conclude con questo viaggio nel continente bianco, la Terra Australis Incognita degli antichi, un racconto emozionale per immagini dove la ricerca scientifica si mescola con l’avventura, ma la vera protagonista è la potenza della Natura.

Dalle Alpi all’Antartide, studiando gli effetti del Cambiamento Climatico

 

Per saperne di più
- Blog sulla spedizione in Antartide (https://permafrostsigny.crowdmap.com)
- Video sulla installazione delle rete di monitoraggio del permafrost di Arpa Piemonte
- Video sul ripristino delle stazioni permafrost nelle Alpi Piemontesi
- Sezione sullo studio e monitoraggio dell’ambiente periglaciale e del permafrost
Portale dei Rischi Naturali di Arpa Piemonte

 

 

 

 

 

Abbiamobisognodite

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it