Rialzo termico sulle montagne piemontesi: rischio di valanghe

28 dicembre 2012

L'alta pressione garantisce nei prossimi giorni bel tempo su tutto l'arco alpino piemontese.
Il sensibile rialzo termico previsto per la giornata di sabato 29 dicembre potrà determinare una diffusa attività valanghiva spontanea, e aumentare la probabilità di sollecitare con il debole sovraccarico anche gli strati deboli più interni del manto nevoso, ancora presenti alle quote superiori ai 2500 m. Nelle ore centrali della giornata di sabato sono inoltre attese valanghe a lastroni di neve umida alle quote inferiori ai 2800-2500 m.

Il passaggio del singolo sciatore sugli accumuli di neve ventata potrà determinare il distacco di valanghe a lastroni, di medie dimensioni, sui settori alpini di confine nordoccidentali e settentrionali.
Il rischio è marcato (3).
L'esecuzione di attività escursionistica e sci alpinistica al di fuori delle piste battute richiederà una buona capacità di valutazione del pericolo valanghe locale, ed è consigliato il rientro non oltre la tarda mattina.

Il cielo sereno e l'abbassamento delle temperature favoriranno il rigelo degli strati superficiali del manto nevoso nella notte tra sabato 29 e domenica 30, tuttavia la seppur contenuta escursione termica prevista per domenica potrà ancora determinare la possibilità di distacchi spontanei e provocati, localmente con debole sovraccarico, nelle ore calde della stessa giornata.

Si invita a consultare il bollettino valanghe.

archiviato sotto: , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it