Pubblicato l'aggiornamento del Sistema Informativo Valanghe (SIVA)

20 febbraio 2020

A fine 2018 la Giunta Regionale ha approvato e finanziato il "Progetto strategico di sviluppo e completamento della cartografia valanghe sul territorio regionale" (D.G.R. n. 57-8210 del 20/12/2018).
I tecnici di Arpa Piemonte si stanno occupando di terminare la mappatura delle aree ancora non coperte dalla Cartografia tematica delle valanghe, attività iniziata nel lontano 2000 quando sono state digitalizzare le Carte Valanghe della Provincia di Torino, redatte su carta a fine anni’90, proseguita man mano fino ad arrivare al 2016 con l'integrazione dei dati geografici della cartografia valanghe prodotta dalla Provincia di Cuneo. Gli obiettivi del nuovo progetto porteranno, per la fine dell’anno, al completamento della copertura dei fenomeni valanghivi, anche quelli storici, che interessano il Piemonte mappati a scala 1:25.000.


Siva2019 aggiornamentoNel corso del primo anno sono stati analizzati e validati, mediante l'analisi di foto aeree, i dati derivanti dai Piani Regolatori Generali Comunali adeguati al PAI (Piano per l’Assetto Idrogeologico del Fiume Po) nei comuni dove questi sono disponibili. Le rimanenti aree sono state suddivise in base alle potenziali interferenze tra le valanghe e i beni antropici sensibili, dando delle priorità di studio.
Nel primo anno sono state quindi mappate le zone a maggior rischio mediante l'analisi di foto aeree, successive verifiche di terreno e confronto con professionisti, tecnici comunali e cittadini che a vario titolo si occupano della gestione del rischio valanghivo locale o semplicemente hanno memoria degli eventi valanghivi che hanno interessato il loro territorio.
Queste indagini sono state finalizzate oltre che alla verifica della mappatura ottenuta con la fotointerpretazione anche alla ricerca dei dati storici, degli eventi valanghivi del passato le cui tracce sono talora scomparse e quindi non più individuabili mediante il solo studio di foto aeree o l’osservazione diretta del territorio senza le testimonianze. Questo approccio è stato adottato sulle aree del biellese, del verbano e del monregalese ritenute maggiore interesse. Un secondo aggiornamento del SIVA verrà reso disponibile a fine anno, con la conclusione del progetto.    

La mappatura rappresenta un elemento di valenza strategica, sia rispetto alle funzioni di pianificazione territoriale e di gestione delle zone montane, che alle attività delle Commissioni Locali Valanghe (CLV) che si occupano di supportare i sindaci nell'attuazione di misure preventive di protezione civile in situazioni di rischio per valanghe.

I dati del SIVA sono consultabili sul Geoportale di Arpa Piemonte

archiviato sotto: , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it