Possibili gravi disagi per il caldo

2 agosto 2013

Continua in Piemonte anche per le prossime 48 ore l’intensa ondata di calore, specie nelle province nord orientali di Torino, Novara, Verbania e Vercelli, dove, in particolare nella giornata di domenica, si avranno condizioni di temperature elevate a rischio per la salute.

Le condizioni climatiche così estreme possono provocare grave disagio, si consiglia di bere molta acqua, evitare sforzi ed attività fisica, e di soggiornare possibilmente in luoghi freschi o climatizzati.

I soggetti più a rischio sono gli anziani al di sopra dei 75 anni, affetti da malattie croniche (ipertesi, cardiopatici, con problemi respiratori, come bronchite cronica, insufficienza renale, diabete, malattie neurologiche, demenze), i disabili, i neonati e bambini molto piccoli (fino a 4 anni).
Questi soggetti devono evitare di uscire di casa nelle ore più calde, bere molta acqua, cercare di soggiornare in luoghi il più possibile freschi, aerati e condizionati. Nel caso di comparsa di sintomi da sofferenza da caldo (mal di testa, debolezza, rialzo elevato della temperatura corporea, confusione mentale, perdita di coscienza) consultare immediatamente un medico.

ll video Caldo: cosa fare?

archiviato sotto: , , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it