Pericolo valanghe in rapido aumento per rialzo della temperatura

6 aprile 2018

Martedì e mercoledì nuove nevicate oltre i 1300-1500 m hanno interessato la regione con quantitativi di 20-40 cm sui settori occidentali, 15-25 su quelli settentrionali e 10-20 su quelli meridionali.
Sui settori meridionali la nuova neve si è velocemente trasformata formando croste variabilmente portanti fino oltre i 2400 m in rapida umidificazione durante il corso della giornata.
Spostandosi verso i settori più settentrionali (dalle Alpi Cozie verso le Alpi Lepontine) si trova ancora neve a debole coesione anche a quote più basse.
In questi settori la nuova neve è stata rimaneggiata dal vento da W-NW con formazione di locali lastroni perlopiù di piccole dimensioni.
Sabato sono attese condizioni tipicamente primaverili, con possibili deboli nevicate alternate a schiarite (Zero Termico fino a 2500-3000 m) che determineranno un aumento del pericolo durante le ore più calde, anche per quanto riguarda il distacco provocato dei recenti lastroni asciutti, da non sottovalutare.
Dal pomeriggio-sera di domenica è atteso un nuovo calo dello Zero Termico con nevicate più intense sui settori SW.
Per maggiori informazioni e aggiornamenti vi invitiamo a consultare il bollettino valanghe  scaricabile anche attraverso Telegram selezionando il nuovo servizio "valanghePIE".

 

archiviato sotto: , , , , ,
Archivio Notizie

2017

2016

2015

2014

2013

2012

2011

2010

2009

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it