Livelli dei corsi d'acqua in generale diminuzione. Precipitazioni in esaurimento nel pomeriggio

22 ottobre 2019

La saccatura di origine atlantica presente sulla Penisola Iberica, responsabile degli intensi e persistenti flussi meridionali nella giornata di ieri sulla nostra regione, si sta gradualmente spostando verso ovest grazie ad una temporanea espansione dell’alta pressione sul Mediterrraneo centrale. Nelle ultime ore sul basso alessandrino i fenomeni temporaleschi si sono attenuati fortemente, con precipitazioni residue deboli nell’ultima ora. Anche nei restanti settori, in particolare sul Piemonte settentrionale, le precipitazioni si sono temporaneamente attenuate nella notte.

Si sono registrate residue moderate precipitazioni sul basso Alessandrino e sul Piemonte settentrionale con valori pari a 30 mm circa e piogge deboli sparse altrove.

 

Fiumi

I livelli dei corsi d’acqua sono in generale diminuzione. Permangono sopra il livello di pericolo l’Orba a Casal Cermelli, la Bormida ad Alessandria ed il Tanaro a Montecastello mentre sono ancora al di sopra della soglia di attenzione lo Scrivia a Guazzora, il Sesia a Borgosesia e il Toce a Candoglia.
Il Lago Maggiore è in crescita a circa 4 cm all’ora e ha superato il livello di guardia.

Previsioni

Nelle prossime ore la situazione sarà in generale miglioramento, con residui fenomeni di instabilità ancora presenti tra cuneese e astigiano e precipitazioni moderate sulla fascia montana e pedemontana nordoccidentale. Le precipitazioni sono previste in esaurimento nel corso del pomeriggio.

Per i corsi d'acqua si prevede un ulteriore miglioramento delle condizioni con una progressiva generale diminuzione dei  livelli.
A nord ancora in crescita il lago d’Orta e il lago Maggiore che rimarranno comunque al di sotto dei livelli di pericolo.  

archiviato sotto: , , , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it