La qualità della acque di balneazione piemontesi nel 2015

16 dicembre 2015

L’elevata qualità delle acque di balneazione del Piemonte, raggiunta nel 2010, viene confermata anche per la stagione 2015 con il raggiungimento dell’obiettivo della Direttiva europea 2006/7/CE, che prescrive per tutte le acque di balneazione il conseguimento della classe “sufficiente” entro la fine della stagione balneare 2015.

Nel corso della stagione balneare sono state monitorate 93 zone nelle province del Verbano Cusio Ossola e Novara (Lago Maggiore, Lago d'Orta, Lago di Mergozzo, Torrenti Cannobino e San Bernardino), nella provincia di Biella (Lago Viverone) e di Torino (Lago di Avigliana, Lago Sirio, Lago Candia). Due delle zone monitorate, Hotel Palazzo e Lido di Arona sul Lago Maggiore, hanno concluso la stagione in regime di non idoneità e potranno essere riammesse a fronte di un primo campionamento conforme nella stagione 2016.

Nel corso di questa stagione balneare è stato inoltre condotto, come nei precedenti anni, un monitoraggio dei cianobatteri al fine di prevenire eventuali rischi per la salute dei bagnanti. Nei laghi Maggiore, Sirio, Viverone e Avigliana non sono state rilevate concentrazioni di cianobatteri superiori alla soglia di attenzione di 20.000 cell/ml, mentre nel lago di Candia, nella seconda metà della stagione, sono state rilevate concentrazioni superiori a 100.000 cell/ml con assenza di biotossine.

Il monitoraggio a tutela della salute dei bagnanti (previsto dal D.Lgs. 116/08) e la pubblicazione del bollettino con l’aggiornamento dei dati analitici riprenderanno ad aprile 2016, un mese prima dell’apertura ufficiale della stagione balneare piemontese (maggio-settembre).

La relazione: Qualità delle acque di balneazione dei Laghi Piemontesi. Stagione balneare anno 2015

archiviato sotto: , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it