Incendio a Beinasco in un capannone con materie plastiche: proseguono i controlli ambientali

14 dicembre 2021

Aggiornamento delle ore 11

Nella mattinata di oggi, tra gli altri composti organici misurati, è stato determinato l’acido fluoridrico che ha mostrato valori anomali rispetto al fondo di aree industriali similari, valore di almeno 10 volte rispetto al valore di fondo antropico non mediamente misurato in queste aree.

La situazione monitorata è soggetta a variazioni durante il giorno dovute alla dinamica dell’atmosfera ovvero alla variazione dell’altezza dello stato di rimescolamento dei gas. La produzione di sostanze inquinanti che si generano dal raffreddamento della massa di rifiuti ancora soggetta ad azione dei vigili del fuoco è una costante durante l’intera giornata.

I COV - Composti Organici Volatili misurati, misurati a Beinasco, alle ore 9.30 circa:

- Via Alfieri 264 ppb
- Via Mascagni 270 ppb
- Via Rossini 259 ppb

L'attività di controllo da parte di Arpa continuerà anche nelle prossime ore vista la previsione metereologica che induce a mantenere elevato il livello di attenzione.

Parallelamente al controllo degli inquinanti nell'aria sono state date indicazioni circa il contenimento delle acque di spegnimento che sono convogliate in massima parte della rete fognaria e in una parte significativa, ma minore, attraverso ditte specializzate al trattamento di queste acque, prelevate dalle vasche di contenimento e avviate all’impianto di trattamento.

Aminto: in seguito al crollo del tetto che era costituito da fibre da manufatti contenenti amianto sono state avviate le misure per la determinazione delle eventuali fibre aerodisperse in atmosfera attraverso la sistemazione di campionatori nell’area intorno al capannone interessato dall’incendio.

Notizia delle ore 8

Proseguono i controlli degli inquinanti degli aeroformi attraverso la strumentazione automatica e i campionamenti per le analisi di laboratorio nelle zone interessate dall'incendio di un capannone pieno di materie plastiche della ditta Demap, a Beinasco  e nelle zone di probabile ricaduta delle polveri incombuste e dei gas.

Ieri nella tarda serata, a causa dell'inversione termica, si è ridotta la diluizione degli inquinanti e le zone di ricaduta erano prossime all'incendio.

Intorno alle ore 23 sono state effettuate misure in Beinasco, nelle zone limitrofe all'incendio e nelle zone di ricaduta.

I COV - Composti Organici Volatili misurati:

- Viale Risorgimento  385 ppb (parti per bilione)
- Via Anselmetti 318 ppb
- St. del Drosso 248 ppb
- Via dell'industria 230 ppb
- Via Giotto  237 ppb
- IperCoop 245 ppb
- Via Mirafiori 247 ppb
- Via Falcone 256 ppb
- Via del Commercio 226 ppb

I controlli proseguono e saranno pubblicati non appena disponibili.

archiviato sotto: , , ,

 

 

 

 

 

Abbiamobisognodite

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it