Convenzione Arpa-UNITO: proseguono le attività a Palazzo Nuovo

21 aprile 2015

Le attività previste dalla Convenzione tra Arpa Piemonte e Università degli Studi di Torino  sono cominciate nel novembre 2014, con alcune riunioni preliminari finalizzate a progettare gli interventi a venire.

Un corso al personale UNITO come primo atto
Primo atto ufficiale della collaborazione tra Arpa e UNITO è stato il corso di formazione tenutosi il 15 dicembre 2014, rivolto ai Responsabili Amianto, ai Responsabili del Servizio Prevenzione e Protezione ed a personale in staff alla Direzione Tecnica dell’Università, corso avente come argomento la normativa in generale sull’amianto, con particolare attenzione al D.M.6.9.94: durante le lezioni si è parlato di rischio amianto, di redazione dei Piani di Manutenzione e Controllo, di modalità di bonifica di manufatti compatti e friabili e dell’analisi di aerodispersi.

Una prima visita nel dicembre 2014
Il 19 dicembre 2014 è stata effettuata una visita preliminare a Palazzo Nuovo, per avere una visione d’insieme dell’edificio e meglio organizzare l’attività di sopralluogo e campionamento: nell’occasione è stato effettuato un prelievo di un materiale coibente apparso sospetto, rinvenuto fortuitamente visionando i locali, risultato tuttavia negativo all’asbesto.

Sopralluoghi e campionamenti iniziano il 12 gennaio 2015
La fase dei sopralluoghi e dei campionamenti finalizzati al censimento dei manufatti contenenti amianto e alla mappatura di Palazzo Nuovo sono cominciati il 12 gennaio 2015 e sono terminati il 3 aprile 2015. Non si escludono ulteriori indagini nel caso emergano necessità di approfondimenti.

Gli esiti delle analisi dei campioni solidi
Nel corso dell’indagine sono stati prelevati 149 campioni massivi: ad oggi ne sono stati analizzati 110, 25 dei quali hanno mostrato presenza di amianto; i campioni risultati positivi sono risultati essere quasi essenzialmente vinilici (linoleum) e mastici.

La segnalazione effettuata da Arpa all’ASL TO1 fatta il 2 aprile 2015
Proprio i residui di mastice finiti accidentalmente all’interno di due fan coil  e rinvenuti dal personale Arpa-Centro Ambientale Amianto durante le ispezioni finalizzate al censimento, mastice risultato positivo all’asbesto, ha configurato una situazione di contaminazione accidentale potenzialmente a rischio elevato di dispersione di fibre, determinando la necessità di segnalazione all’ASL TO1 per tutti gli accertamenti di competenza il 2 aprile scorso. Segnalazione inviata altresì al Rettore dell’UNITO per l’assunzione delle iniziative conseguenti.

La mappatura: stato dell’arte
La mappatura di Palazzo Nuovo è attualmente ancora in corso, dal momento che devono essere ancora analizzati 39 campioni massivi. Si prevede che le analisi termineranno entro i primi giorni di maggio.
A seguire sarà predisposta la relazione finale, con le relative planimetrie sulle quali saranno posizionati i MCA (Manufatti Contenti Amianto).

La mappatura proseguirà successivamente nelle altre sedi dell’Ateneo.

La convenzione
La realizzazione delle attività previste in convenzione - convenzione che non limita funzioni e ruoli di vigilanza di Arpa Piemonte (come già per legge e ad ogni buon conto ribadito nell’atto di approvazione), ivi comprese le comunicazioni eccedenti la riservatezza contrattuale - è attualmente in corso nel rispetto dei ruoli istituzionali tra gli enti e organismi che operano sul territorio piemontese. Le attività sono portate avanti con capacità, impegno e grande competenza ad opera dei tecnici dell’Agenzia esperti sulla tematica.

La convenzione

Il Decreto di approvazione delle convenzione

 

Le notizie precedenti

Amianto: iniziate le attività previste dalla convenzione Arpa - UNITO - 30 dicembre 2014

Convenzione tra Arpa Piemonte e Università di Torino - 15 ottobre 2014

archiviato sotto: , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it