Aprile pazzerello: neve, caldo e pioggia

15 maggio 2013

In Piemonte il mese di aprile 2013 ha avuto un andamento molto dinamico dal punto di vista meteorologico, con notevoli differenze termiche e pluviometriche tra le tre decadi.

Nella prima decade si sono verificate nevicate a quote collinari ed un'anomalia termica negativa di 2-3°C.

Nella seconda decade l'anticiclone africano si è espanso verso nord ed ha esercitato la sua influenza sul Piemonte, in maniera consistente e duratura per la prima volta dall’inizio dell’anno. Questo periodo è stato caratterizzato dal caldo, con un’anomalia termica positiva di 4-5°C ed i valori massimi di temperatura hanno localmente sfiorato i 30°C.

Nella terza decade, invece, si sono sviluppate profonde depressioni di matrice atlantica, che hanno portato forti piogge sul Piemonte, in particolare sul settore settentrionale, mentre la temperatura è risultata sopra la media di 2°C.

In Piemonte, quindi, aprile 2013 è stato l'ottavo mese più caldo degli ultimi 56 anni, con una temperatura media di 8.1°C, superiore di 1.5°C rispetto al valore climatologico di 6.6°C del periodo 1971-2000.

Per quanto riguarda le precipitazioni, aprile 2013 è stato il quinto mese più piovoso nella serie storica degli ultimi 56 anni, con una precipitazione media (214.9 mm) quasi doppia rispetto alla climatologia (122.5 mm) del periodo 1971-2000. Una trentina di stazioni infatti ha stabilito il nuovo record giornaliero per aprile, in maggioranza durante l'evento pluviometrico del 27-30 aprile, che ha dato luogo a situazioni di criticità.

Per approfondimenti consultate l'analisi completa nella sezione dei rischi naturali

archiviato sotto: , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it