Analisi delle acque degli acquedotti della bassa valle Tanaro e dello Scrivia

14 agosto 2020
Al fine di verifcare l'eventuale presenza dei PFAS (Perfluoroalchilici) nelle acque ad uso potabile, sia  per la distribuzione sia nei pozzi di emungimento prima dei trattamenti di potabilizzazione, Arpa Piemonte ha analizzato nel mese di luglio, su campionamento Asl, le acque degli acquedotti della bassa valle Tanaro e dello Scrivia in provincia di Alessandria, corsi d'acqua nei quali era stata trovata la presenza di composti perfluoroalchilici nei mesi precedenti.

 

Classificate come inquinanti ambientali ubiquitari, le sostanze perfluoroalchiliche sono presenti, spesso solo in piccole quantità, nell'acqua superficiale e di falda delle zone più industrializzate del pianeta.

 

In otto comuni sono state trovate tracce di queste sostanze nei pozzi di emungimento a: Pietra Marazzi, Bassignana, Tortona, Castelnuovo Scrivia, Isola Sant'Antonio ,Sale, Guazzora e Villarvernia. Nel pozzo di Montecastello, da giugno precauzionalmente non più allacciato alla rete di distribuzione acquedottistica del paese, i valori registrati si attestano ancora sui dati già rilevati in precedenza.

Anche i pozzi della città di Alessandria sono stati analizzati e  sono risultati, come in passato, del tutto esenti da queste sostanze.


Le analisi, come da protocollo, sono state inviate all'Asl di competenza che successivamente le ha trasmesse ai Sindaci dei Comuni interessati ed ai gestori degli acquedotti.

Nei prossimi giorni continuerano le indagini al fine di  definire con maggior dettaglio la situazione ambientale e l'eventuale  presenza di sorgenti di contaminazione attive ricadenti nell'area.

archiviato sotto: , , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it