Allerta rossa ancora oggi per rischio idrogeologico e idraulico su astigiano, alessandrino e Valli di Lanzo e Orco. Aggiornamento delle 18

24 novembre 2019

Il minimo di pressione al suolo associato ad un’area depressionaria di origine atlantica, responsabile delle intese precipitazioni di questi giorni, si posiziona in queste ore sul mar Ionio. Questa configurazione meteorologica determina la persistenza di forti correnti umide da sudest in quota e da nordest sulle pianure, favorendo la presenza di precipitazioni diffuse su tutta la nostra regione.

precipitazioni ultime 12 ore 24112019 ore17Valori massimi in 12 ore  pari a 90,6 mm a Talucco (TO) e 83,8 mm, Paesana (CN), Brossasco (CN) 86 mm, Luserna San Giovanni (TO) 80 mm, Bielmonte (BI) 76 mm, Saluzzo (CN) 72 mm e Corio (TO) 71 mm.
Apporti nevosi di circa 10 cm in 6 ore a quota 2000 m sulle Alpi Cozie e Graie.

Corsi d'acqua

Nel settore sud-occidentale permane al di sopra del livello di pericolo il Bormida, ma in diminuzione. Il fiume Tanaro si mantiene al di sopra del livello di pericolo nella sezione di Montecastello (AL).
Le precipitazioni continue sul settore occidentale hanno portato al superamento della soglia di pericolo sul Po a Moncalieri (TO). Il Chisola permane al di sopra del livello di pericolo, mentre invece il Malone è in evidente diminuzione ma comunque al di sopra del livello di guardia.
Il fiume Po ha raggiunto il livello di guardia in tutte le sezioni. Nel cuneese si mantiene al di sopra del livello di guardia il Ghiandone. Si segnala il lago d’Orta ad Omegna al di sopra del livello di guardia, in moderata crescita.

Previsioni

Per le prossime ore sono ancora attese precipitazioni diffuse su tutta la regione. I fenomeni più persistenti sono previsti sulle aree pedemontane occidentali e sudoccidentali, dal biellese al cuneese. Proprio su cuneese e pinerolese sono attesi valori ancora forti o localmente molto forti. Si conferma un’attenuazione delle piogge sulla parte più orientale del Piemonte al confine con la Lombardia, con valori generalmente deboli o al più localmente moderati.
La quota neve sulle Alpi tende a rialzarsi fino a 1700-1900 m.

Le piogge previste per le prossime ore sulle pianure del torinese e cuneese vedranno il Po e il Tanaro ancora in moderata crescita nel corso della serata, con valori che si manterranno al di sopra dei livelli di guardia lungo l’asta del Po, con valori prossimi o di poco superiori al livello di pericolo nelle sezioni da Carignano (TO) a Crescentino (VC).
Il Tanaro a Montecastello (AL) e la Bormida ad Alessandria si manterranno oltre la soglia di pericolo e sono previsti in diminuzione in nottata. Laghi Maggiore e d'Orta in lieve crescita.

archiviato sotto: , , , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it