Allerta arancione per rischio meteoidrogeologico

22 novembre 2016

Una vasta area depressionaria si spinge fino alle coste nordafricane convogliando intense masse d’aria umida e perturbata sulla nostra regione, determinando condizioni di maltempo diffuse con precipitazioni intense e persistenti su tutta la regione, molto forti sull’alto Piemonte e sul settore appenninico.

Nelle ultime 48 ore si sono registrate piogge forti su biellese e verbano, che hanno superato localmente i 100 mm. Anche sul settore meridionale, la formazione di celle temporalesche in sconfinamento dal territorio ligure hanno determinato massimi di pioggia tra i 200 e i 250 mm in alcune stazioni di confine con massimi in sei ore che hanno superato i 100 mm.

precipitazioni22112016

La quota neve è stata intorno ai 2000 m, localmente si è portata fino a 1800 m. Gli apporti nevosi registrati nelle ultime 24 ore sono stati dell’ordine di circa 30-35 cm sul settore settentrionale e sulle Alpi Marittime, arrivando a circa 50 cm complessivamente su tutto l’evento.

Le precipitazioni hanno fatto registrare incrementi dei livelli dei corsi d’acqua secondari, in particolare sul settore meridionali, che al momento permangono al di sotto dei livelli di guardia.

Nel corso della giornata di domani si isolerà una circolazione depressionaria chiusa a tutte le quote in prossimità della Penisola Iberica, stazionando in questa posizione fino alla prima parte di venerdì, In questo contesto la nostra regione sarà interessata ancora da precipitazioni diffuse, più intense al mattino tra verbano, biellese, alto vercellese e alto torinese, dal pomeriggio su tutta la fascia montana e pedemontana occidentale e sudoccidentale.

Un ulteriore aggravamento dei fenomeni è atteso per giovedì, a causa dell’intensificazione delle correnti a tutte le quote, con intense precipitazioni che coinvolgeranno soprattutto la fascia prealpina compresa tra Alpi Graie e Liguri fino ai primi tratti di pianura adiacenti.

Durante tutto l’evento la quota delle nevicate è prevista su valori relativamente alti per il periodo, mediamente intorno ai 1900-2000 m sui settori alpini, in lieve calo di circa 100-200 m solo nella notte tra giovedì e venerdì.

 Il Centro Funzionale oggi ha elevato il livello di allerta meteoidrologica sui settori meridionali (zone F, G,H) portandolo dal giallo all’arancione in previsione del protrarsi delle precipitazioni di forte intensità. Domani l’allerta arancione viene estesa anche al Piemonte settentrionale (zone A, B, C).

 bollettinoallerta22112016

Si consiglia di seguire gli aggiornamenti idro-meteo che verranno emessi dal Centro Funzionale e le indicazioni di comportamento della Protezione Civile della Regione Piemonte.

Su twitter potete seguire l'hashtag #allertameteoPIE

Sul sito di Regione Piemonte

archiviato sotto: , , , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it