Situazione critica per alcuni corsi d'acqua della regione. Attenuazione della perturbazione dal tardo pomeriggio

16 marzo 2011

Una circolazione depressionaria avente il minimo sul Golfo del Leone sta determinando condizioni di marcato maltempo sulla nostra regione, con precipitazioni diffuse di forte intensità e valori localmente molto forti sulle zone pedemontane ed appenniniche.

Pioggia - Nelle ultime 12 ore sono state registrate precipitazioni forti su tutta la regione. Sono stati registrati superamenti della soglia da codice 2 nelle stazioni di Corio - Piano Audi   (TO) con 109,4 mm, Pinerolo – Talucco (TO) con 93,6 mm, Sassello – Piampaludo (SV) con 129,2 mm e Cairo Montenotte – Montenotte Inferiore (SV) con 102 mm.Da inizio evento sono stati registrati i seguenti valori massimi di pioggia: Sassello – Piampaludo (SV) con 240,6 mm, Cairo Montenotte – Montenotte Inferiore (SV) con 193,4 mm e Mallare (SV) con 150,4 nella zona G, Corio - Piano Audi   (TO) con 147,4  mm, Pinerolo – Talucco (TO) con 117,2 mm Coazze (TO) con 104,4.
Nelle ultime 12 ore la quota delle nevicate è scesa sui 1.200-1.500 m e si sono registrati apporti di neve fresca pari 47 cm  a Balme –Rifugio Gastaldi (TO), 40 cm  a Usseglio – Malciaussia (TO) , 29 cm  a Entracque – Diga del Chiotas (CN), ) 25 cm a Roccaforte Mondovì – Rifugio Mondovì (CN)  ed a Macugnaga Rifugio Zamboni (VB).

Fiumi- Alcuni corsi d’acqua dei bacini meridionali hanno superato i livelli di moderata criticità e sono in graduale aumento. In particolare, superamenti si sono registrati dalle prime ore della mattina  per alcune sezioni del Tanaro (Farigliano, Asti, Montecastello); il livello  idrometrico della Bormida a Cassine ha superato la soglia di  elevata criticità alle ore 8:00; permangono livelli al di sopra della moderata criticità per gli altri tratti. Lungo il reticolo idrografico minore si sono registrati superamenti dei livelli di moderata criticità su Erro, Orba e Borbore: tutti con livelli in aumento. Nel torinese il Po ha superato i livelli di moderata criticità a San Sebastiano, con livelli in aumento. Il reticolo idrografico minore ha fatto registrare superamenti delle soglie di moderata criticità per il Malone e per il  Chisola, mentre il Banna  a Poirino (TO) ha superato i livelli di elevata criticità nella notte e tuttora persiste al di sopra della soglia in lieve aumento tendente alla stazionarietà.

PREVISIONE PER LE PROSSIME 12 ORE Durante le prossime 12 ore la circolazione depressionaria si avvicinerà lentamente alla nostra regione determinando una persistenza delle condizioni perturbate, con una tendenza ad attenuazione generale dal tardo pomeriggio.

Pioggia - fino al primo pomeriggio sono attese precipitazioni diffuse di moderata intensità con valori localmente forti o molto forti sulle zone pedemontane settentrionali ed occidentali  e zone appenniniche. Successivamente è prevista una graduale attenuazione dei fenomeni, in particolare sul basso Piemonte. La quota delle nevicate è prevista stazionaria intorno ai 1.300-1.500 m.
Fiumi -  Si prevedono incrementi delle portate dei corsi d’acqua delle rete idrografica principale  nell’astigiano e nel torinese. In particolare incrementi sono attesi per il Tanaro e il Bormida. Il Tanaro raggiungerà il colmo di piena nella mattinata mantenendosi al di sopra dei livelli di moderata criticità per tutte le sezioni. Il Po supererà i livelli di moderata criticità a Carignano  e a Murazzi Po nella mattinata, mentre ad Isola S. Antonio nel pomeriggio. Non si prevedono  livelli di criticità elevata. Le criticità attuali sul reticolo idrografico minore sono in progressivo esaurimento.

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it