Nerofumo dallo stabilimento Michelin. Le indagini di Arpa nelle zone di ricaduta

21 dicembre 2011

Nella notte tra il 2 e il 3 dicembre scorso, nello stabilimento di Cuneo della Michelin Italiana SpA un’avaria dell’impianto di alimentazione del silo di stoccaggio ha causato l’emissione in atmosfera della materia prima “nero di carbonio amorfo”, comunemente noto come “nerofumo”.
Arpa Piemonte ha condotto un’indagine multidisciplinare per valutare le eventuali ricadute in ambito ambientale. Come tracciante sono stati presi in considerazione  gli idrocarburi polinucleari aromatici (IPA).
Le indagini hanno rilevato che, nella zona di ricaduta dell’evento incidentale, la contaminazione ambientale da IPA è comparabile con i siti antropizzati vicini allo stabilimento ma non coinvolti dall’evento del 2 e 3 dicembre.

archiviato sotto: , , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it