Cerano, ricaduta di particolato carbonico. Arpa vicina all'individuazione dei responsabili

4 novembre 2011

Il giorno 30 ottobre 2011 il servizio di pronta disponibilità del Dipartimento di Novara dell’Agenzia è stato allertato a seguito di un nuovo episodio di ricaduta di particolato carbonioso sul territorio del Comune di Cerano. La polvere nerastra depositata ovunque intorno a Cascina Oblio appariva raggrumata e untuosa al tatto, forse in relazione al tasso di umidità nell’aria e alla presenza di nebbia nella zona. Successivi accertamenti presso i laghi di cava di proprietà Elmit, sempre a Cerano, evidenziavano come anche la superficie degli specchi d’acqua fosse ricoperta da un sottile strato di pulviscolo nerastro. Il fenomeno è stato documentato fotograficamente e sono stati prelevati dei campioni di particolato da sottoporre ad analisi chimica.

Le principali aziende del polo petrolifero di Trecate, ritenute all’origine del problema periodicamente lamentato dai cittadini di Cerano, sono state sottoposte a visite ispettive da parte dei tecnici dell’Agenzia. In occasione di tali accertamenti sono stati raccolti elementi che possono portare all’individuazione del responsabile dell’accaduto. Si attendono le conclusioni delle indagini per l’adozione dei provvedimenti del caso.

archiviato sotto: , ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it