Attività

Ultima modifica 28 febbraio 2013

Le attività di Arpa Piemonte nell'ambito dell'inquinamento acustico sono:

 

Prevenzione

Viene svolta attraverso l'espressione di pareri di compatibilità acustica.
I pareri vengono espressi generalmente su richiesta dei comuni, ai fini del rilascio dei vari provvedimenti autorizzativi di competenza, e sono formulati nei seguenti casi:

  • per la realizzazione, la modifica o il potenziamento di attività rumorose, quali infrastrutture di trasporto, attività produttive, locali pubblici, ecc. (Valutazione Previsionale di Impatto Acustico);
  • per la realizzazione di nuovi insediamenti potenzialmente sensibili al rumore, quali edifici residenziali, scuole, ospedali, parchi, ecc. (Valutazione di Clima Acustico);
  • per lo svolgimento di manifestazioni temporanee e attività di cantiere in deroga ai limiti di rumore.


I pareri vengono espressi anche nell’ambito delle procedure di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e di Valutazione Ambientale Strategica (VAS).
L’espressione di un parere di compatibilità acustica avviene a seguito dell’esame della specifica documentazione tecnica, progettuale ed acustica, presentata dal proponente l’opera ed è finalizzata a garantire che l’opera stessa sia pienamente compatibile con gli standard di tutela e di protezione dall’inquinamento da rumore previsti dalla normativa di legge.
I pareri rilasciati da Arpa forniscono un presupporto di natura tecnica per il rilascio dei provvedimenti autorizzativi, sebbene non siano formalmente vincolanti per gli enti richiedenti.

 

Controllo

Consiste nella verifica del rispetto delle disposizioni di legge sull’inquinamento acustico, con particolare riferimento ai valori limite di rumore stabiliti per le differenti sorgenti sonore.
In relazione al tipo di rumore da valutare, vengono eseguiti sopralluoghi e specifiche campagne di misura, in ambiente esterno o in ambiente abitativo.
L'attività viene svolta generalmente a seguito di richiesta da parte delle province o dei comuni, a seconda delle competenze, in qualità di enti preposti al controllo dell’inquinamento acustico.
Il controllo può avvenire anche su richiesta dell’Autorità Giudiziaria, nell’ambito di indagini penali sul disturbo alla quiete pubblica.
Nel caso il controllo evidenzi una difformità rispetto alle disposizioni di legge è prevista una sanzione amministrativa a carico del responsabile, fatta eccezione per alcuni casi particolari inerenti le infrastrutture si trasporto.
Per il contenimento del rumore entro i limiti di legge, a seguito di verifica di una violazione, l’ente competente può adottare particolari provvedimenti restrittivi (ordinanze contingibili ed urgenti, ordinanze sindacali o dirigenziali, diffide, ecc…).

 

Monitoraggio

Viene svolto per la caratterizzazione dell’impatto acustico prodotto dalle infrastrutture di trasporto e per la valutazione del clima acustico di aree vaste.
L'attività è realizzata su specifica richiesta degli enti interessati (regione, province, comuni) o per finalità di conoscenza e studio promosse dalla stessa Arpa.
In relazione alla vastità dell’area esaminata ed alle tipologie di sorgenti valutate, l’attività di monitoraggio può consistere nella realizzazione di specifiche campagne di misura e nell’utilizzo di modelli di calcolo previsionale in grado di simulare la propagazione del rumore a distanza. I risultati di tali simulazioni possono essere rappresentati sotto forma di mappature acustiche e diagrammi volti a stimare il numero di popolazione esposta a determinati livelli sonori.

 

 

archiviato sotto: ,

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it