Attività, servizi e controlli di Arpa Piemonte

L’art. 104 del D.Lgs. 230/95 e ss.mm.ii. demanda alle regioni la gestione delle reti regionali di controllo della radioattività ambientale.

La Regione Piemonte ha emanato la legge regionale n. 5 del 18 febbraio 2010 “Norme sulla protezione dai rischi da esposizione a radiazioni ionizzanti” la quale stabilisce che l’Arpa gestisce le reti e che la Regione definisce i piani di monitoraggio - tenendo conto dei programmi stabiliti tra l’Arpa e ISIN, l’autorità di sicurezza nucleare.

Le finalità connesse allo svolgimento delle attività di monitoraggio e controllo dei siti nucleari piemontesi sono perseguite principalmente attraverso la gestione di adeguate reti locali di monitoraggio radiologico, attività che comporta l’effettuazione di sopralluoghi, misure in campo, prelievo di campioni ambientali ed alimentari, analisi radiometriche e radiochimiche di laboratorio secondo specifiche Strategie di controllo, aggiornate nel 2016 (per la versione precedente vedi questo documento).

Vengono inoltre effettuate di attività di controllo puntuale in collaborazione con ISIN.

Catene per misura di spettrometria gamma con rivelatori al Germanio iperpuro

Reti locali di monitoraggio della radioattività ambientale

Il monitoraggio radiologico ambientale è uno strumento che consente di valutare lo stato della contaminazione radioattiva dell’ambiente e conseguentemente di stimare la dose efficace ai gruppi di riferimento della popolazione, grandezza proporzionale al rischio indotto dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti rispetto alla quale la normativa vigente in materia fissa, per gli individui della popolazione, il limite di 1 millisievert per anno solare (1 mSv/anno).

Arpa gestisce con continuità tre reti locali di monitoraggio ordinario rispettivamente presso i siti di Bosco Marengo (AL), Saluggia (VC) e Trino (VC).

Inoltre, in occasione di particolari attività o dopo il verificarsi di una situazione anomala, incidentale o di calamità naturale che interessi un sito nucleare, viene istituito un monitoraggio straordinario, pianificato in funzione dell’accaduto e mirato alla verifica delle eventuali conseguenze indotte sull’ambiente dall’evento in questione.

Attività di controllo

Le attività di controllo sono svolte in collaborazione con ISIN in attuazione del “Protocollo operativo tra Arpa Piemonte e Apat (ora ISIN)” siglato in data 16 giugno 2005 e rinnovato nel 2015.

In quest’ambito vengono effettuati:

  • il controllo degli scarichi di effluenti radioattivi liquidi di tutti gli impianti mediante il prelievo e l’analisi di un campione dai serbatoi di raccolta prima di ogni scarico
  • il controllo indiretto degli scarichi di effluenti radioattivi aeriformi attraverso postazioni fisse di campionamento del particolato atmosferico
  • controlli in occasione di attività particolari (quali il trasporto di combustibile irraggiato e non) o di eventi anomali
  • controlli sui materiali rilasciabili in uscita dagli impianti, ossia dei rifiuti solidi debolmente contaminati  (al di sotto cioè dei limiti assegnati all’impianto da ISIN).

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it