Valutazione d'Impatto sulla Salute

La Valutazione d’Impatto sulla Salute (VIS) è maturata come forma di valutazione d’impatto negli ultimi due decenni. L’uso dei metodi e degli approcci della VIS si è diffuso rapidamente e ora è applicata sia nel settore pubblico sia in quello privato in un numero crescente di paesi nel mondo.

La definizione più accreditata di Valutazione d’Impatto sulla Salute è stata elaborata da un gruppo di esperti riuniti, nel 1999 a Gotheborg dal WHO European Centre for Health Policy (ECHP), per revisionare i vari modelli esistenti.

La sintesi dell’analisi recita: “La Valutazione di Impatto sulla Salute è una combinazione di procedure, metodi e strumenti con i quali si possono stimare gli effetti potenziali sulla salute di una popolazione di una politica, piano o progetto e la distribuzione di tali effetti all’interno della popolazione”. [1]

green_labyrinth.jpg

Il suo scopo è fornire a tutti i decisori delle valutazioni, basate su conoscenze sistematiche e pubblicamente condivise, che consentano di scegliere, fra diverse alternative, rispetto alle conseguenze future sulla salute di una popolazione degli interventi che s’intende mettere in opera, al fine di mitigare gli effetti negativi e massimizzare quelli positivi.

Essa pone al centro della complessità sociale la protezione e la promozione della salute della popolazione,  affinché le politiche garantiscano il benessere complessivo degli individui, delle comunità e la sostenibilità del loro ambiente. La valutazione della differente distribuzione degli effetti sulla popolazione è essenziale per analizzare il potenziale impatto sulle disuguaglianze di salute. Intesa in questo senso, la VIS appartiene all’insieme degli interventi della sanità pubblica.

In questa sezione del sito è presentata la documentazione riguardante la concettualizzazione, la metodologia e la storia della VIS, nonché la bibliografia, la manualistica e la sitografia reperita sull’argomento.

 

Il dominio dei determinanti della salute è preso in considerazione tramite la documentazione sui sistemi d’indicatori del benessere e della qualità della vita. Tale scelta è motivata dal fatto che esistono sistemi d’indicatori, elaborati da istituzioni sovrannazionali e nazionali, che consentono di avere un quadro dinamico dei fattori che influenzano la salute, poiché gli esiti di tali indicatori sono periodicamente aggiornati.

Le informazioni contenute nei sistemi d’indicatori proposti consentono di monitorare l’andamento del benessere nelle società nazionali e locali e forniscono ai cittadini e ai decisori utili indicazioni per le politiche di miglioramento.


[1] WHO -  European Centre for Health Policy - Regional Office for Europe (1999). Health Impact Assessment: main concepts and suggested approach. W.H.O. Bruxelles, – The Gotheborg Consensus Paper.

via Pio VII, 9 - 10135 Torino - tel. 011 1968 0111 fax 011 1968 1471 - Partita IVA 07176380017 - protocollo@pec.arpa.piemonte.it